Martedì 16 Luglio, aggiornato alle 22:16

Falesia di Punta Giglio portata in Commissione da Mulas: Massima apertura nel rispetto dell’attuale iter amministrativo autorizzato. La messa in sicurezza procede

Falesia di Punta Giglio portata in Commissione da Mulas: Massima apertura nel rispetto dell’attuale iter amministrativo autorizzato.  La messa in sicurezza procede

“Si e’ svolta ieri la seduta della Commissione Consiliare ambiente convocata dal Presidente Christian Mulas per discutere sugli interventi di messa in sicurezza della falesia di Punta Giglio balzati recentemente agli onori della cronaca non solo locale (LEGGI) ma  anche nazionale (LEGGI). Alla seduta della Commissione sono stati invitati ed hanno partecipato il direttore della AMP Mariano Mariani ed il team tecnico che segue gli interventi per la stessa AMP, Pasquale Sinis, David Pala e Alberto Ruiu; due docenti della Universita di Sassari, i proff. Emanuele Farris, Pascucci e Sanna; diversi rappresentanti delle  associazioni ambientaliste (Lipu, Italia nostra) e della associazione punta Giglio libera, Sardegna Libertà e tante altre invitate dal presidente Mulas.

“Ringrazio tutti i partecipanti- ha commentato il Presidente Mulas- ed i componenti della Commissione di maggioranza e opposizione che hanno assicurato il numero legale.  Mulas- è stata una seduta proficua che ha consentito di chiarire diversi dubbi e di approfondire aspetti tecnici e modalità procedurali ed autorizzative ma soprattutto si è data la possibilità in commissione di confrontarsi con le associazioni. Si e’ aperto un confronto fra le diverse posizioni ed il dialogo e’ stato costruttivo per trovare le possibili soluzioni”. Massima apertura e’ stata assicurata dal direttore della AMP, ma nel pieno rispetto delle regole e dei processi amministrativi gia’ perfezionati e legittimamente autorizzati. Piena disponibilità anche da parte dei rappresentanti universitari per assicurare il loro supporto nelle delicate fasi attuative dell’intervento. La Commissione raccogliendo le istanze dei rappresentanti della comunità  si e’ impegnata a programmare altre sedute per essere tempestivamente aggiornata sull’avanzamento dei lavori e per proseguire nella azione di trasparente informazione ai cittadini su temi di grande rilevanza per il territorio” conclude Il Presidente della Commissione consiliare Ambiente Christian Mulas.

L’importo complessivo dei lavori compresi nell’appalto ammonta a € 512.995,51, di cui € 451.849,75 di lavorazioni soggette a ribasso d’asta, e € 61.145,76 per l’attuazione dei piani di sicurezza non soggetti a ribasso d’asta.
I lavori prevedono disgaggi, reti, chiodature e funi da realizzare con tecniche alpinistiche (OS12-b) per un importo di € 451.849,75 (LEGGI).


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi