Martedì 28 Maggio, aggiornato alle 16:03

Éntula – Felicemente Seduta – Il Punto di vista di un corpo disabile e resiliente”,

Éntula –  Felicemente Seduta – Il Punto di vista di un corpo disabile e resiliente”,

Felicemente Seduta – Il Punto di vista di un corpo disabile e resiliente”,  di Rebekah Taussig, Venerdì 3 Febbraio a Sassari per Éntula

 

Cosa accadrebbe se immaginassimo una società realmente inclusiva? Se invece di investire in “adattamenti” posticci per chi non rientra in uno standard imposto creassimo una realtà più rispettosa di tutti i corpi e dei loro bisogni?

Questa è una delle domande che Rebekah Taussig si pone nel suo saggio “Felicemente seduta – Il punto di vista di un corpo disabile e resiliente” (Le plurali editrice), che verrà presentato venerdì 3 febbraio alle ore 18, negli spazi della Biblioteca Universitaria di Sassari, in via Enrico Costa 57. Ne discuteranno insieme Beatrice Gnassi, che di questo libro ha curato l’edizione e la traduzione in italiano, e Francesca Arcadu.

L’evento è organizzato da Lìberos in collaborazione con UILDM (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare) sezione di Sassari, la Biblioteca Universitaria di Sassari, Le Plurali Editrici, la libreria Koinè Ubik, Studio Massaiu, Florgarden e GAXA.

 

Il libro

Attraverso il racconto della sua vita, Rebekah Taussig ci dimostra la pervasività dell’approccio abilista e l’impatto che questo ha sulle persone, con o senza disabilità. Ci ricorda che ciò che abbiamo in comune è un corpo, un corpo che non è (sempre e per sempre) quello immaginario e ideale che ci viene richiesto: ecco perché questo libro ci riguarda tutte.

Con uno stile confidenziale e spesso ironico, l’autrice alterna riflessioni profonde ad aneddoti personali, affrontando temi concreti: dalla rappresentazione della disabilità nei media, nei libri e nei film al mondo del lavoro, dalla sessualità alle complicazioni della gentilezza forzata, dagli stereotipi al concetto di indipendenza. L’autrice inoltre pone in relazione femminismo e disabilità, valorizzando un’ottica intersezionale, indispensabile per reimmaginare ciò che ci circonda.

 

L’autrice

Rebekah Taussig è scrittrice e docente con un dottorato di ricerca in Saggistica creativa e studi sulla disabilità. È nata e vive a Kansas City, negli Stati Uniti. Ha tenuto workshop su rappresentazione, identità e comunità dei disabili nell’università del Michigan e del Kansas e al Davidson College.

 


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi