Sabato 28 Gennaio, aggiornato alle 22:50

Peste suina, abbattuti 65 maiali bradi illegali a Baunei e Urzulei

Peste suina, abbattuti 65 maiali bradi illegali a Baunei e Urzulei

Cagliari, 2 dicembre 2022 – Si sono concluse questo pomeriggio le operazioni di ricerca, cattura e depopolamento di suini bradi illegali a Baunei e Urzulei da parte delle squadre dell’Unità di Progetto (Corpo forestale, Forestas, Asl e Izs) in collaborazione con la questura di Nuoro. Sono stati 65 i capi catturati e abbattuti perché non registrati all’anagrafe zootecnica, detenuti da sconosciuti nelle terre pubbliche, per i quali non è stato possibile risalire al proprietario.
Si tratta di animali privi di tracciabilità e non sottoposti a controlli sanitari, destinati al mercato illegale di prosciutti e prodotti di salumeria, che rappresentano quindi un rischio alto per la sicurezza alimentare dei consumatori, in particolare per le fasce più fragili, come anziani e bambini.
Queste attività di depopolamento sono necessarie e rientrano nelle azioni di contrasto al virus della Peste suina africana, che vedono nell’allevamento illegale dei suini uno dei fattori di rischio più importanti per la permanenza del virus in quei territori. È ormai chiaro che questo tipo di allevamenti ha costituito la vera cinghia di trasmissione del virus tra la popolazione selvatica e gli animali domestici.
L’eliminazione di questo fenomeno, ormai marginale e limitato a pochi casi nella Sardegna centrale, fa parte delle raccomandazioni del recente Audit della Commissione europea, alla quale l’Unità di Progetto deve garantire la risoluzione, condizione per la prossima auspicata riclassificazione del rischio dell’Isola.
L’appello di Regione e Unità di Progetto è sempre rivolto ai pochi che rifiutano di mettersi in regola, soprattutto in zone dove l’eradicazione del virus potrebbe costituire un volano straordinario per il rilancio del comparto, in particolare della salumeria di qualità e lo sblocco dell’export. Alcune iniziative virtuose di valorizzazione dei prodotti a base di carne suina sono già in corso in quei territori per preparare il rilancio del comparto.


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi