Giovedì 29 Settembre, aggiornato alle 20:24

Il Catalano di Alghero è una lingua d’Europa certificata, bando per docenti e operatori

Il Catalano di Alghero è una lingua d’Europa certificata, bando per docenti e operatori

L’Algherese lingua certificata: traguardo storico per la conservazione e promozione. Il Catalano di Alghero, con il suo standard dei criteri ortografici, si affaccia per la prima volta tra le lingue la cui conoscenza è certificata secondo il quadro comune europeo, grazie alla legge regionale 22/2018. Costituirà titolo per i docenti e per gli operatori dello sportello linguistico”. E’ in una nota stampa che l’Amministrazione Comunale specifica i contenuti dell’importante riconoscimento.

Alghero, 9 agosto 2022 – Arriva un risultato storico per la lingua di Alghero. La conoscenza dell’algherese, denominata secondo la norma “Catalano di Alghero”, sarà certificata come ogni altra lingua d’Europa, secondo il Quadro comune di riferimento per la conoscenza delle lingue (QCER), il sistema descrittivo riconosciuto internazionalmente per valutare le capacità linguistiche. La certificazione, per ora provvisoria, è avviata ai sensi del comma 5 dell’art. 9 della legge regionale 22/2018, applicata dal Comune di Alghero grazie ad un accordo con la Regione Sardegna che ha autorizzato la stipula di un accordo con la Generalitat de Catalunya e con l’Università di Sassari. Il Catalano di Alghero, che ha un suo standard linguistico di riferimento approvato dal 2003 e fatto proprio dalla Giunta comunale nel maggio 2021, arriva ad un traguardo storico che ripaga del lavoro svolto in tanti anni da parte della associazioni culturali che hanno lavorato incessantemente per il riconoscimento, a tutti i livelli, dell’algherese come lingua di minoranza. La Regione ha pubblicato l’avviso pubblico che costituirà titolo di ammissibilità all’iscrizione dell’elenco dei docenti che svolgeranno attività di insegnamento dell’algherese ( art. 2 comma 20 della l.r. 22/2018), per il concorso pubblico per l’individuazione degli operatori dello sportello linguistico regionale ( art. 11 l.r. 22/2018) e per poter insegnare in qualità di docenti esterni qualificati ( art. 20 comma 5 l.r. 22/2018). Il Comune di Alghero, che ha lavorato di concerto con gli uffici regionali dell’Assessorato alla Pubblica Istruzione per la definizione degli accordi e per lo svolgimento degli esami, ha messo insieme le Istituzioni più qualificate per il raggiungimento di questo obbiettivo. “Una prima importantissima vittoria per tutti – commenta il Sindaco Mario Conoci – cha arriva a seguito di una attenta attività nel settore delle politiche linguistiche che l’Amministrazione ha attuato anche grazie alla collaborazione con la Generalitat de Catalunya e Università di Sassari che ci accompagnano in questa prima e concreta fase di salvaguardia del nostro patrimonio linguistico”. L’avviso pubblico della regione, reperibile sul sito istituzionale ( https://www.regione.sardegna.it/j/v/2599?s=1&v=9&c=46&c1=46&id=100500 ) prevede la scadenza della presentazione delle istanze al 25 agosto. Nel frattempo, verrà nominata la commissione d’esame e stabilita la data delle prove, che dovrebbero svolgersi il 15-16 settembre prossimi nelle aule della facoltà di architettura di Alghero.


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi