Mercoledì 10 Agosto, aggiornato alle 15:51

Posada- Seras de istiu – Estate Posadina, eventi per visitatori e residenti

Posada-  Seras de istiu – Estate Posadina, eventi per visitatori e residenti

Ogni anno, durante l’estate, il Comune di Posada organizza diversi eventi per allietare le serate dei suoi cittadini e dei suoi visitatori. Per la stagione 2022, grazie al contributo della Fondazione Banco di Sardegna e alla collaborazione dell’Unione dei Comuni del Montalbo e del Parco di Tepilora, si è predisposto un vasto calendario che nei mesi estivi si articolerà nello splendido scenario del centro storico e nei diversi borghi/frazioni, con una serie di serate tematiche e di eventi teatrali, musicali, culinari e di intrattenimento all’insegna della cultura, dell’arte e del relax. Immancabile nel calendario sarà l’evento culturale “Prèmiu de Poesia Sarda – Pasada” che, giunta ormai alla 39^ edizione, è un must dell’estate posadina.
Il programma nasce con l’idea di abbracciare un’ampia fetta di pubblico; e così gli incontri con personalità illustri del mondo della cultura, di taglio tipicamente interattivo, si alterneranno a momenti di svago, di sport, di scoperta delle eccellenze del territorio e di convivialità.
Stage di danze sarde si alterneranno e si intrecceranno inoltre a una kermesse musicale che darà spazio a docenti e allievi della scuola civica di musica MEA; le presentazioni dei libri in piazza Giacomino Zirottu, curati dall’Associazione “Dialoghi con l’Autore”, dalla Biblioteca Comunale e da s’Ufìtziu de sa Limba Sarda dell’Unione dei Comuni del Montalbo e destinati ad un pubblico di lettori, si alterneranno con spettacoli per bambini e per le famiglie; spettacoli musicali coinvolgeranno giovani e meno giovani; eventi sportivi metteranno poi in mostra le eccellenze ambientali del territorio (Parco di Tepilora, Riserva di Biosfera MaB UNESCO e Zona Ramsar)
Si è pensato di offrire momenti di cultura ma anche di svago, intrattenimento e di socializzazione dopo che la situazione Covid di questi ultimi anni, tra lockdown e difficoltà varie, ha impedito uno svolgimento normale delle attività e delle occasioni di confronto. Un lento ritorno ad un’auspicata normalità, che nonostante il difficile momento storico, ci pone di fronte anche all’esigenza di offrire a cittadini e visitatori momenti di leggerezza e di incontro che ci riportino ad un graduale senso di regolarità nei vicendevoli rapporti sociali e umani.

Un vero e proprio ristoro emotivo a comunità locale e visitatori del borgo visti i mesi di pandemia e di ristrettezze sociali e culturali di questi ultimi due anni.
Il Comune di Posada è tra i Borghi più Belli d’Italia e questo tipo di manifestazioni servono a dar lustro e visibilità non solo ad uno dei centri storici più caratteristici di tutta la Sardegna, ma a un territorio che da anni è premiato per le sue spiagge e il suo mare con le 5 Vele Blu e che tra le sue eccellenze annovera il Parco di Tepilora, la Riserva di Biosfera MaB UNESCO e la Zona umida Ramsar.

Attraverso un articolato programma estivo, oltre che ad allietare le serate estive della comunità stanziale e occasionale, si punta cionondimeno ad allungare la stagione estiva e creare ulteriori opportunità economiche, a potenziare la cultura dell’accoglienza dei visitatori e creare diverse occasioni di socialità, offrendo al contempo momenti di intrattenimento e di leggerezza, con l’auspicio di creare un forte ritorno pubblicitario alle bellezze paesaggistico-naturalistiche e alle produzioni locali. Il potenziamento dei servizi culturali e turistici che il borgo può mettere in campo, unito al suo saper essere comunità, diventa una straordinaria promozione dei beni materiali e immateriali che il territorio offre e dona nuove opportunità di crescita civile e culturale alla collettività.
“Un programma ambizioso” dice con entusiasmo Simona Deledda, Assessora al Turismo che in questi mesi ha predisposto il programma estivo. “Un’idea di intrattenimento che vuole unire l’utile al dilettevole, il momento culturale a quello leggero, la promozione culturale a quella territoriale e così via via discorrendo. Quest’anno, grazie anche alla Fondazione Banco di Sardegna che ha creduto nel nostro progetto, abbiamo potuto offrire un più ampio ventaglio di spettacoli e ampliare la nostra offerta turistica e culturale. Speriamo possa essere accolto favorevolmente dalla cittadinanza e dai “vecchi” e nuovi visitatori del nostro comune”, chiosa la Deledda.

Insomma un grande progetto, un attrattore che punta su un ventaglio di offerte, diversificate e tematiche che induce il  Sindaco Salvatore Ruiu e  l’Assessora al Turismo
Simona Deledda, a vedere nell’estate Posadina una grande opportunità di crescita e di sviluppo per tutta la comunità

 


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi