Domenica 21 Luglio, aggiornato alle 17:59

Turismo green ed energie rinnovabili, gli esempi virtuosi della Sardegna al Rally Italia Sardegna

Turismo green ed energie rinnovabili, gli esempi virtuosi della Sardegna al Rally Italia Sardegna

Dai modelli di buone pratiche per un turismo sostenibile al futuro della mobilità elettrica, passando per le energie rinnovabili con esempi virtuosi. Questi alcuni dei temi affrontati nel corso dei convegni ospitati a Casa ACI in occasione del Rally Italia Sardegna 2024.
Particolarmente interessante il convegno sul turismo green al quale hanno partecipato i rappresentanti di numerose realtà isolane, e non solo, che hanno raccontato le rispettive esperienze. Ad iniziare da Forestas, con il responsabile che ha illustrato la crescita della rete escursionistica sarda: dai ai del 2023. E ancora, Gianni Russo (vicepresidente di Federalberghi e presidente del Consorzio Asinara) che si è soffermato in particolare sul marchio Safe & Green, e i due referenti dell’associazione Meet Sardinya, Stefania Ortu e Francesco Pepe, che hanno parlato invece delle numerose iniziative organizzate nell’area del Parco di Porto Conte all’insegna delle peculiarità locali e ovviamente dell’ambiente. Di eco sostenibilità dei porti turistici hanno invece parlato Gianni Deriu (Energy Manager di Assonat), Antonello Gadau (vicepresidente di Assonat) e Giancarlo Piras (presidente del Consorzio del Porto di Alghero).
Uno dei temi centrali nell’attuale dibattito globale, la mobilità sostenibile, è stato invece al centro del convegno tenutosi nel pomeriggio di venerdì 31 maggio con protagonisti Raffaele Pelillo, presidente della Commissione ACI-Sport Energie Alternative e vicepresidente della FIA Electric and New Energy Championship Commission, e Pierluigi Bonora, direttore responsabile di ACI Radio, che hanno coinvolto il pubblico presente. Mentre di energie rinnovabili con alcuni esempi virtuosi, in primis quello di Ottana, si è parlato nella mattinata di sabato 1 giugno con il sindaco del Comune barbaricino Franco Saba, Andrea Prato (direttore della rete Albatros) e i rappresentanti di alcune società del settore.

«Prosegue con grande soddisfazione la collaborazione tra Automobile Club d’Italia, AC Sassari e Regione Sardegna in ragione di quei programmi divulgativi, informativi e formativi che ormai da qualche anno accompagnano il programma principale del Rally italia Sardegna – commenta Raffaele Pelillo, presidente della Commissione Energie Alternative ACI Sport – I convegni e le altre attività ci hanno permesso di raccontare cosa sta facendo la Sardegna, anche in virtù della sua vocazione, in termini di offerta turistica, risparmio energetico e di novità tecnologica del terzo millennio».


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi