Domenica 21 Luglio, aggiornato alle 17:59

Un grande evento identitario per allungare la stagione turistica

Un grande evento identitario per allungare la stagione turistica

Di  seguito una nota stampa della coalizione di centrodestra, liberale, sardista e civica su grandi eventi e allungamento stagione turistica

 

Vogliamo fare turismo tutto l’anno, non limitandoci alla sola stagione balneare. Intendiamo creare le condizioni affinché le opportunità di lavoro aumentino e nuove imprese aprano e crescano capaci di affrontare i nuovi mercati e di rispondere ai nuovi bisogni delle persone. Non uno slogan vuoto, ma il risultato di un lavoro mirato.

Questo col fine di avere una città viva e vitale 12 mesi l’anno. Per raggiungere questo obiettivo è indispensabile costruire alternative ad integrazione della stagione balneare, sviluppare nuovi settori, nuovi turismi, valorizzando l’architettura, l’ambiente e le condizioni climatiche, l’eredità catalana, i musei e la cultura, l’archeologia la nostra enogastronomia.

La coalizione di centrodestra liberale, sardista e civica ha intenzione di puntare e sviluppare i diversi segmenti del turismo emozionale e creare un Grande Evento identitario, legato all’enogastronomia. Un evento con cadenza annuale da fare nei mesi di spalla che diventi di richiamo a livello nazionale e internazionale. In questo contesto i nostri prodotti dell’enogastronomia dovranno costituire, caratterizzandola, una carta vincente dell’evento. La location potrà essere il Palazzetto dello Sport o il Palatenda,  ma anche spazi cittadini. Sarà corroborato  da un contorno di eventi anche culturali che arricchiranno l’offerta.
I marchi locali del circuito enogastronomico cittadino saranno i protagonisti ed andranno a guidare il visitatore nelle giornate della manifestazione.
Affinché si radichi nel tessuto cittadino  e nei calendari internazionali il grande evento si ancorerà nella storia algherese, non sarà slegato dal nostro passato né calato dall’alto. Sarà strutturato a seguito di un attento studio guidato da una preziosa cabina di regia cui parteciperanno gli stakeholders della città.
La Riviera del Corallo dovrà emergere nella manifestazione in tutte le sue bellezze. Il Grande Evento avrà ovviamente necessità di una governance del turismo capace di strutturare un’offerta in grado di sviluppare appieno la competitività del territorio e che privilegi qualità e la sostenibilità”, chiude la nota stampa della coalizione di centrodestra, liberale, sardista e civica .


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi