Domenica 14 Luglio, aggiornato alle 11:27

Gianni Lampis(FdI): l’Assessore Bartolozzi è insofferente alle critiche

Gianni Lampis(FdI): l’Assessore Bartolozzi è insofferente alle critiche

Cagliari, 21 maggio 2024 – “Al netto dell’infelice esordio comunicativo, quando impropriamente si paragonò a Gigi Riva, anche i passi successivi dell’assessore Bartolazzi non inducono all’ottimismo. È bastata una critica argomentata, da parte del Presidente dell’Ordine dei Medici della provincia di Cagliari, sulla proposta di offrire una scuola di specializzazione ai medici che accettassero un incarico di assistenza primaria nell’Isola per scatenare una scomposta reazione sui social, seppure repentinamente eliminata da Facebook”. È il commento di Gianni Lampis, deputato di Fratelli d’Italia, che interviene nella discussione generata dalla proposta dell’Assessore regionale della Sanità per risolvere la carenza di medici di base in Sardegna.

“I metodi e le parole irrituali utilizzati dall’Assessore si scontrano pesantemente coi contenuti, peraltro condivisibili, espressi da Emilio Montaldo – ha aggiunto Lampis – Al di là del merito della proposta, che sicuramente non considera la specificità della Sardegna, oltre ad essere in contrasto, come ha evidenziato il Presidente dell’Ordine, con le norme che regolano la materia, i toni della risposta hanno evidenziato una totale insofferenza alle critiche. L’assessore Bartolazzi non dimentichi l’importanza del confronto, non solo coi portatori di interesse, ma anche quello fondamentale con l’opposizione all’interno delle Istituzioni regionali”.

“Diventa fin troppo facile, sfruttando l’allusione fatta dall’Assessore alla trasmissione televisiva “Affari tuoi”, ipotizzare che il vero ‘pacco’ per la sanità sarda sarà proprio lui”, ha concluso il Deputato di Fratelli d’Italia.


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi