Sabato 20 Luglio, aggiornato alle 11:02

Candidati a Sindaco – Dopo cinque ore di vertice a Oristano il Cdx sceglie Gavino Mariotti per Sassari e Marco Tedde per Alghero

Candidati a Sindaco – Dopo cinque ore di vertice a Oristano il Cdx sceglie Gavino Mariotti per Sassari e Marco Tedde per Alghero

ORISTANO – Il rettore dell’Ateneo di Sassari, Gavino Mariotti, è il candidato sindaco ufficiale del centrodestra sardo alle comunali del capoluogo turritano (ma senza l’appoggio dei centristi di Sardegna al Centro Venti20, che sosterranno il civico Nicola Lucchi), mentre Marco Tedde, ex consigliere regionale di Forza Italia, correrà per la coalizione ad Alghero.

Dopo oltre cinque ore di vertice a Oristano, il tavolo del centrodestra ha trovato la quadra su due dei tre principali Comuni al voto nell’isola, mentre per Cagliari ci sarà bisogno di un passaggio ulteriore, già domani, per decidere su una rosa di possibili candidati. A fare il punto al termine del confronto Michele Cossa, leader dei Riformatori, e Settimo Nizzi, sindaco di Olbia ed esponente di Forza Italia: “È stata una riunione positiva- spiega Nizzi-. Per Sassari abbiamo raggiunto un accordo su Mariotti e Tedde, domani a Cagliari ci sarà un nuovo incontro per la scelta dei profili migliori nel capoluogo: poi sarà diffuso un comunicato per rendere pubblico il nome del candidato”.
Spiega Cossa: “Contiamo domani di rendere pubblico il nome del candidato per la città di Cagliari, al momento sono almeno tre i nomi in campo. Noi siamo una coalizione che discute, non tutte le decisioni vengono prese all’unanimità, ma questa è una ricchezza. L’importante è raggiungere la sintesi. Le discussioni ci sono state, ma questo succede quando i nomi proposti su tutte e tre le città sono autorevoli. I problemi non nascono quando ci sono i ‘purosangue’ e i ‘ronzini’ che corrono, ma quando ci sono i ‘purosangue’, le persone di livello che hanno dimostrato anche alle regionali di riscuotere grande consenso. Ma i problemi si superano e si va avanti”. Sui nomi dei candidati sindaci di Cagliari c’è ancora il massimo riserbo, ma la rosa dei papabili è conosciuta: per la Lega e il Psd’Az il consigliere regionale sardista Gianni Chessa, per Forza Italia Edoardo Tocco, presidente del Consiglio comunale cagliaritano, e Alessandra Zedda, ex vice presidente della Regione, per i Riformatori Giorgio Angius, vicesindaco uscente, e Franco Meloni, ex manager del Brotzu, per i centristi Alessandro Balletto, consigliere comunale uscente.

La notizia  che ha come fonte l’Agenzia DIRE (www.dire.it) era stata riportata da noi ieri nella tarda serata (LEGGI). Notizia che ad Alghero si era accolta con fredezza bollata quasi come pattacca. Si erano persino annunciate riunioni fra esponenti dell’area del centrodestra algherese messi di traverso. Se lo schema si deve rispettare, e gli accordi sono da rispettare, i giochi sono aperti sopratutto per vedere chi non è d’accordo su questo nome, e si parla di purosangue e ronzini, da parte di Michele Cossa, un motivo ci sarà.


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi