Domenica 21 Luglio, aggiornato alle 17:59

Weekend di solidarietà dedicato alle uova di Pasqua dell’Ail

Weekend di solidarietà dedicato alle uova di Pasqua dell’Ail

In anticipo sulla primavera tornerà da domani su oltre 4800 piazze italiane il weekend di solidarietà dedicato alle uova di Pasqua dell’Ail. “Ogni uovo custodisce un sogno, aiutaci a realizzarlo”: con questo slogan anche i soci e i volontari della sezione Ail di Sassari saranno presenti ad Alghero venerdì 15, sabato 16 e domenica 17 marzo in piazza della Mercede dalle ore 9 alle ore 19. L’iniziativa benefica, posta sotto l’Alto patronato del presidente della Repubblica, è giunta alla 31° edizione ed è promossa dall’Associazione italiana contro leucemie, linfomi e mieloma che da 55 anni sta al fianco dei pazienti ematologici e delle loro famiglie. Il contributo minimo per acquistare l’uovo di Pasqua è di 13€. Le uova Ail sono fatte con cioccolato al latte o fondente, riconoscibili grazie al logo dell’associazione presente sulla confezione che racchiude simbolicamente il grande impegno quotidiano a donare un futuro ai sogni dei pazienti con tumore del sangue. La raccolta fondi pasquale dell’Ail nacque a Roma nel 1994, anno in cui venne scoperta la causa scatenante della leucemia acuta promielocitica, un tumore che grazie alla ricerca oggi si cura senza chemioterapia con una sopravvivenza superiore al 90%. L’evento è realizzato grazie al contributo di migliaia di volontari che rappresentano per Ail il patrimonio più prezioso sommato all’opera delle sue 83 sezioni. Volontari che contribuiscono anche a organizzare il servizio di cure domiciliari per adulti e bambini, per evitare il ricovero in ospedale a tutti i pazienti che possono essere assistiti a casa loro. In trent’anni l’iniziativa uova di Pasqua Ail ha permesso in tanti anni di mettere in campo importanti progetti di Ricerca e Assistenza e ha contribuito a far conoscere i progressi nel trattamento dei tumori del sangue. Ail finanzia la ricerca sulle leucemie, i linfomi, il mieloma e le altre malattie del sangue; sostiene servizi socioassistenziali; realizza le case alloggio vicine ai maggiori centri di ematologia, per accogliere gratuitamente i pazienti non residenti e i loro familiari che devono affrontare lunghi periodi di cura; organizza il servizio di cure domiciliari per adulti e bambini, per evitare il ricovero in ospedale a tutti i pazienti che possono essere curati nella propria casa; a finanzia servizi di supporto psicologico, offrendo l’opportunità di confrontarsi con un esperto in una fase così impegnativa della vita dei malati; a finanzia attività di supporto legale, di mobilità sanitaria, e supporti economici; collabora a sostenere le spese per garantire il funzionamento dei centri di ematologia e di trapianto di cellule staminali, per realizzare o rinnovare ambulatori, day hospital, reparti di ricovero, per acquistare apparecchiature all’avanguardia e per finanziare personale sanitario che consenta il buon funzionamento delle strutture specialistiche. Dentro un uovo di Pasqua Ail c’è molto di più di una semplice sorpresa.

 


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi