Giovedì 20 Giugno, aggiornato alle 17:07

Sanità del Nord Ovest, Pais: “giù le mani dai nuovi ospedali. uniti per la sanità”

Sanità del Nord Ovest, Pais: “giù le mani dai nuovi ospedali. uniti per la sanità”

 

Alghero, 11 marzo 2024  – “Giù le mani dai nuovi ospedali! Non sono ancora in Regione e già vengono ventilate ipotesi di scippo al nostro territorio delle due strutture che ridisegneranno la Sanità pubblica dei prossimi 50 anni” –  Il presidente del Consiglio regionale e coordinatore regionale della Lega, Michele Pais, commenta le dichiarazioni della candidata governatrice Alessandra Todde.

 

“I nuovi ospedali di Alghero e Sassari, non solo garantiranno standard di assistenza sanitaria superiori rispetto alle strutture datate, ma consentiranno anche un utilizzo ottimale del personale sanitario, sempre più esiguo nel numero e vero problema di difficile soluzione” – continua Pais – “Mi auguro che tutte le forze politiche e sociali del territorio difendano questa importante conquista, che non è di destra o di sinistra, ma di tutti i cittadini”. “Tralasciando le polemiche sulla localizzazione degli ospedali, che verranno decise di concerto tra amministrazioni locali e la Regione, è il momento di fare fronte comune contro possibili e già annunciati passi indietro”.

“Senza nasconderci dietro un dito, la vera sfida e il grande problema del presente e del prossimo futuro, sono quelli legati al reperimento del personale medico. Ci si concentri su questo, sul numero chiuso nelle facoltà di medicina, sulle borse di studio di specializzazione e non per sconfessare  conquiste raggiunte solo perché arrivano dalla compagine politica opposta alla propria.”

 

“In attesa della realizzazione dei nuovi ospedali di Alghero e Sassari è comunque già in attuazione un poderoso piano di adeguamento funzionale e di sicurezza delle strutture esistenti. Le opere, già finanziate negli ultimi 3 anni, per gli ospedali di Alghero ammontano a oltre 25 milioni di euro. Altrettante ingenti somme a Sassari. Progetti che includono le nuove sale operatorie, la terapia intensiva di Alghero, l’ammodernamento tecnologico, l’implementazione della telemedicina e la creazione di una Casa di comunità. Aggiungendo i 27,6 milioni di euro già stanziati per il distretto e gli ospedali negli ultimi 2 anni, il totale degli investimenti si supera i 50 milioni di euro”.

 

“Un impegno finanziario per la Sanità del Nord Ovest che non trovava precedenti nel passato e che deve costituire un punto di partenza e una conquista generale che vigileremo affinché non ci venga portato via nella prossima legislatura”.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi