Domenica 14 Luglio, aggiornato alle 20:57

Il Direttore Mariani spiega e afferma: finalmente su Punta Giglio si concentra l’attenzione sulle esigenze di miglioramento dei servizi del MAPS e non si contesta quanto fatto

Il Direttore Mariani spiega e afferma: finalmente su Punta Giglio si concentra l’attenzione sulle esigenze di miglioramento dei servizi del MAPS e non si contesta quanto fatto

Di seguito la nota integrale del Direttore del Parco Regionale di Porto Conte che risponde alla Consigliera del M5S Maria Antonietta Alivesi (LEGGI) da noi pubblicata , si legge:

Il più bell’esempio di architettura militare italiana di Punta Giglio, grazie alle iniziative del Parco di Porto Conte, in collaborazione con la Cooperativa Il Quinto Elemento,  è aperto e visitabile tutto l’anno quale principale attrattore ambientale e culturale dell’Ecomueso di Porto Conte. Replica della Direzione del Parco alla Consigliera del M5S.

Affermare che il deposito di munizioni sotterraneo di Punta Giglio risulti interdetto alla visita perché trasformato in una cantina per vini è una notizia priva di alcun fondamento che continua soltanto ad arrecare un grave danno di immagine, non solo al Parco, ma alla città di Alghero ed a tutta la comunità algherese.

L’Ente Parco, dopo aver curato lo studio storico sulla Batteria SR 413 di Punta Giglio che ha consentito l’avvio del MAPS (Museo Ambientale Punta Giglio Sardegna) e la produzione degli attuali pannelli storici che accompagnano la visita nel sito, sta continuando a lavorare per implementare la musealizzazione degli spazi dello stesso museo, con la prevista realizzazione di vetrine ed altri supporti che verranno allestiti anche nel deposito munizioni sotterraneo, nelle riservette adiacenti alle postazioni dei cannoni, nella centrale di tiro ed in altri tre piccoli edifici; in parte si interverrà anche ad una parziale musealizzazione della caserma. Sono già stati reperiti oggetti, reperti, documenti, foto etc. che arricchiranno tali spazi. Per la loro concreta attuazione e per questi nuovi allestimenti servono però risorse economiche di cui al momento ancora il Parco non dispone, pur avendo attivato le opportune richieste di finanziamento. Quanto alla situazione per la quale si lamenta la mancata possibilità di visita del deposito munizioni si precisa che: a) il deposito munizioni è completamente visitabile, ma in presenza di una guida che la Cooperativa Il Quinto Elemento, che gestisce il MAPS, mette a disposizione gratuitamente per accompagnare i visitatori lungo la scalinata del deposito che, se pur illuminata e ripulita, resta ancora impervia; b) si organizzano periodicamente visite di gruppo e giusto per ricordare le più recenti occasioni, ci sono state visite guidate gratuite organizzate dalla Cooperativa in data 31/12/23, 01/01/24 e 28/01/24: l’ultima delle quali ha visto la presenza di oltre 30 persone, tutte algheresi, che hanno molto apprezzato l’iniziativa.

In conclusione, nonostante dispiaccia la pervicacia “senza fine” delle critiche su Punta Giglio, si evidenzia, tuttavia, un importante passo in avanti nelle critiche degli ostinati detrattori che, oggi, concentrano la loro attenzione sulle esigenze di miglioramento dei servizi del MAPS e non più sulla radicale contestazione di tutto quello che si è fatto per la riqualificazione del sito. E’ un bene per tutti: il bicchiere è, quindi, mezzo pieno e possiamo lavorare insieme per riempirlo” conclude la nota a firma di Mariano Mariani Direttore Azienda Speciale Parco di Porto Conte


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi