Martedì 28 Maggio, aggiornato alle 16:03

Esulta il Comitato spontaneo: “abbiamo scongiurato l’installazione di un’antenna di telefonia mobile nel Parco Tarragona.

Esulta il Comitato spontaneo: “abbiamo scongiurato l’installazione di un’antenna di telefonia mobile nel Parco Tarragona.

 “È SALVO IL PARCO TARRAGONA”si legge in una nota che prosegue:

Grazie all’iniziativa del comitato spontaneo e al sostegno di circa duemila cittadini, abbiamo scongiurato l’installazione di un’antenna di telefonia mobile nel Parco Tarragona.

Dopo un giudizio negativo da parte della popolazione algherese è arrivato anche quello di alcuni Enti preposti al rilascio dell’autorizzazione, che hanno dichiarato incompatibile l’intervento che era stato proposto.

La campagna di sensibilizzazione, finalizzata non solo a salvaguardare un’area verde attrezzata ma anche alla tutela della salute pubblica, ha portato a questo importante risultato. Grazie quindi ai numerosi di cittadini, ai genitori, ai nonni, ai commercianti, al comitato di quartiere Alghero Sud che,in maniera libera e spontanea, hanno sostenuto la nostra iniziativa.

Questa esperienza rappresenta un’importante precedente per le amministrazioni comunali e obbliga tutti, dirigenti ed amministratori pubblici in primis, a valutare con maggiore cognizione i siti in cui è possibile installare impianti di questo genere, tenendo presente il parere della cittadinanza e cercando di far incontrare gli interessi del privato con quelli del pubblico.

È doveroso rimarcare che questo importante risultato è stato raggiunto anche grazie alla sensibilità civica della dottoressa e già assessora Giovanna Caria che, dopo un’attenta valutazione, ha ritenuto inopportuna l’installazione dell’antenna all’interno del parco, condividendo la posizione del comitato spontaneo e dei cittadini firmatari”. Conclude la nota a firma per il Comitato: Franca Chessa –Stefano Campus- Roberto Maninchedda- Franco Santoro-

 

PS – Per capire nel dettaglio cosa sia effettivamente successo si legga il nostra articolo (LEGGI), dove è centrale e alla base del diniego del Comune all’autorizzazione, la prescrizione dell’ARPAS Sardegna (LEGGI) che mette come condizione al parere favorevole dell’installazione dell’antena nel Parco Tarragona l’abbattimento del 30% della potenza, ovvero  -30 di potenza totale al connettore d’antenna (LEGGI Provvedimento_Negativo_unico_306-1), testualmente si legge : Le cause ostative al parere favorevole potrebbero essere superate per giungere a un giudizio FAVOREVOLE  condizionato alla verifica delle seguenti prescrizioni: –  Riduzione della potenza totale al connettore d’antenna, nelle massime condizioni di carico, almeno del 30% per  i trasmettitori ILIAD relativo al settore.


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi