Domenica 3 Dicembre, aggiornato alle 12:13

VIDEO – La Fc Alghero presenta la stagione 2023-24 spinta da Banco Desio e dalla Multinazionale Deceuninck. Progetto campo a Santa Maria La Palma

  • In Sport
  • 21 Settembre 2023, 14:28
VIDEO – La Fc Alghero presenta la stagione 2023-24 spinta da Banco Desio e dalla Multinazionale Deceuninck. Progetto campo a Santa Maria La Palma

La FC Alghero si presenta alla città, presenta la composizione delle sue squadre, lo fa all’interno dell’aula magna dell’istituto Tecnico Angelo Roth di Alghero, al cospetto di una sala zeppa di gente.
Sponsor, giornalisti, video maker, fotografi,  a testimoniare che la serata alla fine è diventata un evento. Sul palco a gestire la scaletta, Giampietro Moro, che da prova della sua competenza e della sua disinvoltura nel gestire una serata che restituisce un quadro d’insieme  entusiasmante.
Video, effetti speciali, musica di sottofondo, sono stati gli ingredienti particolari.
Sul palco la prima squadra che gioca nel campionato di seconda categoria, poi a seguire la squadra di allievi, la squadra di giovanissimi e la squadra di calcio femminile.
Un grande contenitore, la sala,  dove a dominare è stato il colore giallo rosso, voluto dalla dirigenza, ordinatamente sistemato nelle sedie dell’auditorium, sino a colmare definitivamente la  sala. Oltre 100 i tesserati che hanno sfilato e un progetto che ora esce dallo stato embrionale, e diventa qualcosa di più ampio, condiviso con molti attori, fra tecnici e dirigenti coinvolti in prima persona.
Tutti travolti dall’entusiasmo, una botta di adrenalina per tutti.
Il primo a salire sul palco chiamato da Giampietro Moro è proprio Andrea Alessandrini, il patron della Nobento, colui che lo scorso anno ha sposato l’idea di far ripartire il calcio in città, sollecitato, dai più stretti i suoi collaboratori, e catapultato in un contesto che non conosceva affatto.
Il pallone per lui è un benemerito sconosciuto, anzi lo era, perché oggi a grandi passi comincia a capire che questa è una passione che travolge.
Musica, maxischermo ed effetti speciali  hanno convinto i presenti che il gioco, ora,  si fa serio.

“La sua missione è una passione, ma non è la sua passione principale, ama di più benzina e motori, viene dal mondo della Romagna” è l’incipit di Giampietro Moro, che chiama  il presidente Andrea Alessandrini. È la prima cosa che il patron della Nobento si concede, e prendere fra le mani il suo smartphone, voltarsi verso la sala gremita e procedere nell’immortalare il momento, un selfie che conserverà a lungo.

“Grazie a tutti, è stata una scarica di adrenalina pazzesca, ha detto Alessandrini sul palco salutando i convenuti nell’aula magna dell’istituto tecnico Angelo Roth di Alghero. “La cosa che mi dà più soddisfazione è avere tante persone che mi supportano in questo progetto . Non mi sento più da solo. Mi avevano sconsigliato di imbarcarmi nel calcio, fai tutto, fai il padel, il calcio è pericolosissimo- dice Alessandrini – effettivamente da solo … c’era il rischio, soprattutto perché non conosco nulla di questo sport,  conosco delle regole fondamentali, ma non altro. Ho disputato una partita e mi sono fatto anche male, ma imparerò velocemente.  Ma la cosa che voglio dire che è una giornata molto informale, un colpo di calore fantastico. Un   benvenuto agli allievi, ai  giovanissimi alle nostre ragazze, Non mi sento più solo aldilà di tutti gli aiuti, di tutti gli sponsor che abbiamo avuto l’anno scorso, in primis l’azienda che rappresento, quest’anno fortunatamente abbiamo anche fatto un passo indietro come Main sponsor come Nobento. In quest’ultimo periodo ci hanno cercato dei brand importanti che ci supporteranno quest’anno, in un progetto complicato e costoso, viste le categorie a cui parteciperemo. Ci siamo avvicinati a dei brand importanti – afferma Alessandrini –  fra i quali c’è anche la banca e una multinazionale.  Proprio stamattina abbiamo ricevuto una adesione dal Belgio, un’azienda multinazionale dei serramenti, Deceuninck sponsorizzerà il progetto delle Fc Alghero. Con un brand del genere non mi sento più solo,  quindi abbiamo ridotto la presenza della Nobento e il Banco Desio sarà il principale sponsor della FC Alghero.
Alessandrini chiama sul palco Simona Monetti in rappresentanza del Banco Desio. Le prime parole della dirigente sono di entusiasmo: impressionante – afferma –  è un bellissimo sport che attira tante persone. La cosa bella, aldilà delle immagini che conquistano, nelle quali si vede subito la passione e l’energia che è stata messa su questo progetto dall’anno scorso, con grandissimi risultati,  è vedere una platea di tanti giovani, giovanissimi e giovanissime. Complimenti a voi. Il  Banco Desio è una “giovane” banca, più o meno a 100 anni, opera del centro Nord Italia, ha deciso di allargare i suoi orizzonti alla Sardegna, e sono onorata per la banca, di far parte di questo progetto, è un progetto che raccoglie sogni, idee, passioni, storie, presente e futuro, e questi sono anche gli ideali di Banco Desio, perché è una banca che ha la sua importanza e il suo spessore, ma è anche una banca di territorio molto vicino al sociale e tutto ciò che abbraccia lo sport e la cultura, ed è il motivo per cui ci ha conquistato il progetto della Fc Alghero. che speriamo di portare avanti insieme, con l’energia e l’entusiasmo che voi saprete dare. grazie di questa opportunità.Altro sponsor l’agenzia viaggi di Andrea Oliva anch’esso  chiamato sul palco.
Poi a seguire la parola al rappresentante dell’amministrazione comunale in sostituzione del Sindaco Conoci, fuori per impegni istituzionali.
Maria Grazia Salaris assessore allo sport del Comune di Alghero saluta entusiasticamente anch’essa la società FC Alghero. Il progetto di questa squadra, si interseca con quello della Nettuno Alghero, dove molti dirigenti e tecnici di fatto si trasferiscono nella nuova società per dar il loro contributo fondamentale in termini di competenze. Nell’intervento, Maria Grazia Salaris, sottolinea che da parte dell’amministrazione comunale ci sarà tutto il sostegno dovuto a questo tipo di attività e a questa società che svolge un ruolo fondamentale nel plasmare giovani all’interno dell’attività sportiva come appunto è il calcio

Ma proprio al termine della serata, dopo che si abbassano i riflettori, Andrea Alessandrini si intrattiene con noi per una intervista, dove parla non solo del progetto che continua, anzi al quale è stato impressa un’accelerata, ma annuncia che nei prossimi giorni da parte della società ci sarà una richiesta ufficiale all’amministrazione comunale, poiché è intendimento dell’Amministratore unico e Presidente della FC Alghero, di voler investire in un campo di calcio ad Alghero per poterlo rendere efficiente ed accogliente, al fine di poter disputare le partite di calcio di questa squadra, che ricordiamolo, ora,  gioca ad Olmedo. Il campo destinatario dell’investimento da parte della società sarà il campo di Santa Maria la Palma, si parla di un intervento corposo, finalizzato a rendere la struttura accogliente, dotata di servizi e di quant’altro serva per renderla idonea ad ospitare non solo le partite di calcio, ma anche il pubblico.
E’ il primo passo della FC che si avvicina ad Alghero, dopo una stagione giocata completamente in trasferta, e proseguirà ancora,  e sarà il modo per ricongiungersi alla città della quale porta il nome.
Noi uomini che del calcio nostrano abbiamo un film stampato nella memoria che si perde nel tempo, sino ad interessare quasi mezzo secolo di attività, dove abbiamo visto passare presidenti facoltosi, squadre di grande spessore tecnico, allenatori di caratura nazionale, sponsor di Aziende di primo livello, fiumi di tifosi, spalti gremiti e vuoti, le parabole ascendenti e discendenti del movimento pallonare locale, mai avevamo visto tanta forza di spinta verso una squadra di calcio. Banche, multinazionali da queste parti non si sono mai viste,  e non nascondiamo che vorremmo vivere tanto per poter scrivere ancora quello che sarà di questa squadra e società fra qualche tempo, perché abbiamo avuto l’impressione che questo sia solo l’inizio….

In video l’intervistal Presidente Andrea Alessandrini, mister Zani e Serra, con la chiusura di Alessandro Merella coordinatore del settore Giovanile


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi