Martedì 16 Luglio, aggiornato alle 22:16

Ad Alghero nuove narrazioni contemporanee in Atelier

Ad Alghero nuove narrazioni contemporanee in Atelier
Ad Alghero nuove narrazioni contemporanee in Atelier

Rafforzare l’immagine di Alghero come centro per le arti e le culture attraverso la valorizzazione, la comunicazione e la promozione del patrimonio architettonico, artistico e culturale della città: è questo l’obiettivo a lungo termine del progetto Atelier – Nuove Narrazioni Contemporanee  con il quale Fondazione Alghero dà il via ad una serie di progettualità e iniziative che puntano a stimolare la partecipazione attiva delle nuove generazioni nella vita culturale cittadina e favorire nuove forme di fruizione contemporanea degli spazi pubblici.

L’iniziativa rientra nel più ampio progetto “Alghero Experience. Un patrimonio da raccontare”, il progetto di Comune e Fondazione Alghero finanziato dal Ministero dell’Interno – Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali tramite il Fondo a sostegno delle piccole e medie città d’arte. “Alghero guarda avanti con convinzione e l’ambizione di gettare solide basi per nuovi luoghi e spazi dove artisti e artiste possano esprimere tutta la loro creatività, con un occhio attento sulla città, l’identità che la contraddistingue e la rende così unica nel contesto culturale e architettonico del Mediterraneo” sottolinea il presidente di Fondazione Alghero, Andrea Delogu.

Tra le azioni previste, s’inserisce la realizzazione di spazi dedicati alla produzione artistica contemporanea negli Atelier di via Carlo Alberto attraverso un programma di residenze creative, legate alla reinterpretazione in chiave contemporanea del patrimonio culturale del territorio. Artisti e artiste, a rotazione, avranno a disposizione gli spazi degli Atelier di via Carlo Alberto in cui fare ricerca, confrontarsi, produrre e infine restituire gli esiti del proprio lavoro alla comunità, in un continuo scambio reciproco di conoscenze, esperienze e prospettive. Il progetto intende sviluppare percorsi pensati principalmente per giovani emergenti, dedicando particolare attenzione a coloro che vivono e operano nel territorio o che attingono stimoli e ispirazione da esso.

Nelle giornate del 15 e 16 settembre si terrà l’evento lancio del progetto con laboratori, performance e incontri dedicati al tema della produzione contemporanea.

Si parte venerdì 15 settembre (ore 10) col workshop di autoproduzione di cosmesi solida – Daisy Soul’s soap di Manuela Pisanu; dalle ore 20 l’inaugurazione della mostra “Matrici” di Fabio Piccioni a cura di Sonia Borsato e il Window Painting a cura di Lucrezia Urtis, con le vetrine degli atelier che si arricchiranno di simboli che richiamano il patrimonio artistico e naturalistico di Alghero e la musica dal vivo di Anna Vilardi (violino) dell’Istituto Artistico Musicale “Giuseppe Verdi”. Sabato 16 settembre (dalle ore 10) spazio al Workshop Writing & Street Art di Elena Muresu; dalle ore 20 creative e creativi sono chiamati a realizzare attraverso gli strumenti a loro disposizione un’opera che richiami, in maniera diretta o indiretta, il territorio di Alghero e il suo patrimonio artistico e naturalistico. Saranno allestite due postazioni digitali e il processo di creazione sarà proiettato in tempo reale con l’accompagnamento del Dj Set di SKNT dj Skento nella cornice di Piazza Ginnasio. Contemporaneamente sarà possibile visitare gli atelier di via Carlo Alberto e vedere dal vivo il processo creativo che accompagna gli artisti e le artiste coinvolte nell’esposizione del bookshop della Fondazione – Atelier#3 – Alghero Turismo Bookshop.

A partire da questo venerdì si creeranno le basi per il lavoro futuro degli Atelier di Via Carlo Alberto, che ambiscono ad essere un punto di riferimento importante per artisti, artigiani, fotografi, architetti, scrittori, musicisti, videomaker, fumettisti, creativi digitali, graphic designer, writer, street artist, operatori e operatrici culturali che verranno coinvolti attivamente nell’offrire nuove e inedite chiavi di lettura del patrimonio artistico materiale e immateriale di Alghero.

L’iniziativa si inserisce con coerenza e armonia nell’ambito di “Artijanus/Artijanas – Genius Loci, Lo spirito dei luoghi”, il festival dedicato al dialogo tra design e artigianato artistico, a cura di Fondazione di Sardegna, Triennale di Milano, Innois, Be Tools e in collaborazione con Fondazione Alghero, in programma nel centro culturale del Quarter nei giorni dal 14 al 16 settembre.

Per maggiori dettagli sull’evento e per iscrizioni agli workshop in programma è possibile consultare il sito www.algheroturismo.it


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi