Domenica 23 Giugno, aggiornato alle 11:14

Fermate bus- Il segretario provinciale della Faisa Cisal di Sassari non ci sta: Arst non c’entra, è tutta colpa del Comune di Alghero

Fermate bus- Il segretario provinciale della Faisa Cisal di Sassari non ci sta: Arst non c’entra, è tutta colpa del Comune di Alghero

E’ davvero estenuante, si sbottona il segretario provinciale della Faisa Cisal di Sassari , Pietro Piredda,   leggere reiteratamente le accuse rivolte alle aziende di trasporto in merito ad incombenze che ricadono sulle amministrazioni locali” è l’inizio di una nota pervenuta in redazione che risponde in merito a una nostra notizia pubblicata ieri corredata di foto (LEGGI). Si legge ancora
“come è noto, per tutte le infrastrutture fisse, pali , panchine, pensiline e similiari, la loro installazione è di competenza  dell’amministrazione comunale  del territorio.
Il perpetrare di accuse all’indirizzo sbagliato, prosegue il segretario Piredda,  è sinonimo di non voler risolvere il problema principale ma soprattutto scaricare il nervosismo e l’astio verso un azienda che gestisce il servizio di trasporti locale, ma soprattutto chi quell’azienda la rappresenta durante l’esercizio, ovvero, i conducenti, i quali ricevono insulti ed offese  avvelenati dalle informazioni errate che vengono trasmesse già da troppo tempo.
In diversi comuni d’Italia, le amministrazioni comunalli più virtuose hanno già da tempo elevato richiesta verso l’assessorato regionale affinché venga data la possibilità  ai richiedenti di accedere ai fondi disponibili per soddisfare le esigenze di tali installazioni.
E’ arrivato il momento, conclude il segretario Piredda, che pure il comune di Alghero adotti le medesime strategie e predisponga un piano, affinché soddisfi le richieste dei cittadini con l’installazione, dove vi è carenza,  di panchine, pali di fermata e pensiline coperte”, conclude la nota.
Ps.  Dispiace che il Segretario Faisa Cisl di Sassari Pietro Piredda abbia letto nella notizia una accusa verso l’Azienda e i dipendenti che rappresenta. La nostra era una fotonotizia di tante che ce ne pervengono, rappresentativa, senza bisogno di commento. Foto scattata ieri, ma stamattina era identica la situzione nella fermata bus della Pietraia e non solo. La nostra non è una accusa, a nostra è una richiesta perchè si ponga fine a una situazione insostenibile verso chi sceglie la nostra città, la nostra isola, i suoi mezzi per le vacanze estive. Comunque la ringraziamo per il contributo fornito , che identifica un responsabile di queste inefficienze: Il Comune di Alghero.


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi