Sabato 20 Luglio, aggiornato alle 14:45

XI Edizione di Ironik Festival a Perfugas nel giardino del MAP

XI Edizione di Ironik Festival a Perfugas nel giardino del  MAP

Ci siamo quasi! IRONIK ritorna con il suo appuntamento annuale. Il Festival quest’anno si svolgerà all’interno del giardino del MAP – Museo Archeologico e Paleobotanico di Perfugas, centro nevralgico della cultura del nord Sardegna. Dopo il rinvio, dovuto al maltempo lo scorso primo giugno, torna il festival più elettrizzante dell’isola. La data confermata è domenica 13 Agosto, dalle ore 15:00 sino alle 3:00 del mattino.

“Nel cuore pulsante del patrimonio storico e culturale del nostro territorio, nel giardino del Museo Archeologico Paleobotanico di Perfugas, – afferma Gianfranco Satta, Presidente del GAL Anglona – l’IRONIK Festival darà vita ancora una volta ad un autentico viaggio esperienziale. Un percorso dove l’antico e il moderno si fondono, dove le note si perdono tra i reperti millenari. Si uniranno le radici profonde della nostra storia alla freschezza della musica elettronica contemporanea, rivelando le infinite sfaccettature di quest’arte in continua evoluzione. Partecipare significa vivere, respirare, e sentire il battito della storia che risuona nelle melodie del nostro tempo. Un modo straordinario per valorizzare e far conoscere le nostre radici, unendo il fascino dell’antico al ritmo del moderno”.

Ironik festival torna più carico che mai, con l’intento di divulgare il massimo del eclettismo musicale e artistico. A dar vita a tutto questo, per la nona edizione, l’Associazione culturale Sonos & Sounds, che da anni opera nell’organizzazione di iniziative di carattere culturale e artistico, ospitando i guru dell’elettronica mondiale.

“Ironik ormai è un festival identitario, caratterizzante nel nostro territorio, e come amministratori siamo lieti che si svolga a Perfugas – sottolinea Sofia Maxia, assessore alla cultura del Comune di Perfugas – Speriamo negli anni, si concretizzi ancora di più, facendo diventare il nostro paese un palcoscenico che possa ospitare ancora artisti internazionali”.

Generi e generazioni diversi, in una line up che raccoglie alcuni artisti del panorama nazionale e internazionale, mescolando varie sfumature sonore: dal jazz alla sperimentale, dall’afro alla techno, dalla neo trance  all’elettronica; davanti a una vista mozzafiato su Monte Ruju .

 

All’interno del giardino del MAP si alterneranno: Amedeo Inglese aka Noi, Arrogalla, Enzo Favata, Fango, Kabaret Maker, Puta Caso e Renton, il tutto accompagnato dalle installazioni del visual artist Corrado Podda in arte Oao Oa.

Ironik vuole regalare allo spettatore la semplicità di vivere e percepire l’arte in un’ottica multidisciplinare, lontano dalla Sardegna patinata dei mesi estivi, dai mega festival da decine di migliaia di persone, dai mega-schermi, dai mega effetti speciali e dai mega palcoscenici.

Durante il giorno sarà possibile effettuare visite guidate al Museo, al Pozzo Sacro e al Retablo di San Giorgio, a cura della cooperativa Sa Rundine. Si potrà, inoltre, prenotare un’escursione con la Guida Ambientale Escursionistica Antonio Sotgiu, che, a partire dalle 19, vi guiderà alla scoperta dei sentieri anglonesi. Per tutta la durata del festival, negli spazi del museo, si potranno gustare i piatti tipici e la pizza artigianale cotta al forno dai maestri pizzaioli Sara e Ottavio, i gelati artigianali della Gelateria Oriolos, il vino dell’azienda vitivinicola Deperu Holler e la birra artigianale del birrificio Canesciolto, passeggiando tra gli stand che esporranno artigianato, libri, collezionismo e tanto altro.

 

Info e prenotazioni:

Ingresso 10 Euro (visita guidata inclusa)

MAP: Museo Archeologico e Paleobotanico,


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi