Sabato 13 Aprile, aggiornato alle 22:01

Fidapa Sezione di Olbia e Mad insieme per la personale di Aurelia Nudda presso il Refettorio dell’Arte

Fidapa Sezione di Olbia e Mad insieme per la personale di Aurelia Nudda presso il Refettorio dell’Arte

Fidapa sezione di Olbia e Mad con il patrocinio del Comune di Olbia organizzano presso il Refettorio dell’Arte , in corso Umberto a Olbia,  la  personale  della scultrice e pittrice  Aurelia Nudda.  Dal 23 al 28 giugno, dalle 10,00 alle 13,00 e dalle 17,00 alle 20,00, il pubblico potrà apprezzare le opere dell’artista di Bono, da anni trapiantata a Telti.

 

Aurelia Nudda

 

Classe 1979, cresce e studia a Bono, quindi s’iscrive all’Accademia di Belle Arti di Sassari, dove si laurea in scultura. L‘arte”, dice Aurelia, ”non deve essere concepita solo come oggetto ornamentale, ma come cultura, come mezzo di comunicazione”.

Aurelia Nudda partecipa a tanti eventi d’arte, ricevendo riconoscimenti sia in Italia sia all’estero. Due sue opere sono state archiviate e numerate per un’importante collezione privata di Vittorio Sgarbi. Altri nomi importanti dell’arte internazionale compaiono nelle sue collettive da P. Daverio a A. Silos Labini e S. Serradifalco. Le sue opere sono pubblicate da prestigiose riviste e cataloghi d’arte. Aurelia da qualche anno vive a Telti e proprio qui l’ha scoperta Daniela Cittadini, attento direttore  artistico del MAD che, grazie alla preziosa collaborazione della Fidapa sezione di Olbia, ha curato la personale olbiese dell’artista.

Fidapa

 

La FIDAPA BPW Italy, associazione di donne professioniste in diversi settori dell’imprenditoria e della cultura, investe le proprie risorse e competenze a servizio del territorio, adoperandosi presso le sedi istituzionali per sensibilizzare l’opinione pubblica alla cultura del rispetto di genere, presentando proposte e promuovendo azioni che valorizzino le competenze delle donne in ogni campo della vita sociale, amministrativa e politica, che le incoraggino a sviluppare il proprio potenziale professionale e di leadership, a beneficio di tutta la società civile.

 

Considerati gli scopi dell’associazione  che vedono tra le altrefinalità quella di valorizzare la personalità femminile “ ,dice Elisa Mantovani, presidente Fidapa sezione Olbia , “ Con la mostra dedicata a scultrice Aurelia Nudda si è scelto di dare una voce ed un volto alle donne che esprimono creatività nel settore dell’arte,aprendo una finestra per dare visibilità a un’artista sarda che ha scelto la figura femminile per esprimere la propria personalità e creatività.”

 

Il Mad

 

In occasione della personale, Daniela Cittadini ha scelto opere capaci di sottolineare la forza delle donne. Dalla disperazione di Medea, alla rinascita, passando per S’Accabbadora  e per il dolore della madre di fronte alla Passione di Cristo. Donne diverse, accomunate dalla forza del carattere e della comunicazione delle forme.  Il Mad (Movimento arte design) non è nuovo a esperienze di questo tipo, dopo l’apprezzato incontro con l’arte contemporanea di Gigi Rigamonti delle scorse settimane è ora la volta della personale di Aurelia Nudda.

 

Il Vernissage di apertura è fissato per il 23 giugno alle ore 18,00,  sarà presente l’artista.


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi