Venerdì 23 Febbraio, aggiornato alle 15:27

La mezza maratona del Giudicato di Oristano con l’Alghero Marathon protagonista

  • In Sport
  • 26 Febbraio 2023, 19:21
La mezza maratona del Giudicato di Oristano con l’Alghero Marathon protagonista

La mezza maratona del Giudicato di Oristano si è rifatta il look. L’appuntamento con la prima 21km del calendario regionale è tornata dopo tre anni nella sua collocazione classica ossia a una settimana dall’appuntamento con la Sartiglia. Ed è proprio dal celebre punto di via Duomo, lungo il quale i cavalieri si lanciano alla conquista della stella a sei punte, che un migliaio di runners e camminatori (4.5km) hanno partecipato alla nona edizione della mezza maratona del Giudicato, memorial Gianni Murgia riservato alla categoria SM65. Rispetto a cinque mesi fa quando si disputò l’edizione 2022, gli organizzatori della Dinamica Sardegna con la collaborazione della Marathon Club Oristano e il patrocinio di Comune e Provincia hanno presentato per il 2023 un percorso rinnovato per la prima volta dal 2014. Più snello e filante, totalmente asfaltato, poche curve e tagliando una parte del percorso cittadino  rendendolo così adatto a fondisti e mezzofondisti veloci. La gara di quest’anno ha sostenuto la sezione provinciale della Lilt, lega italiana per la lotta contro i tumori. Vento forte e contrario alla corsa, 12° soleggiati hanno accompagnato i 750 atleti iscritti alla 10 e 21km. Lasciata via Duomo, dopo un piccolo giro nel centro storico, si è attraversato il ponte Mannu sul fiume Tirso per dirigersi al santuario della Madonna del Rimedio. Da qui in direzione Torre Grande svoltando verso il pontile e costeggiando la pineta fino alla marina. Superata la torre si è  proseguito verso il porticciolo turistico sede del giro di boa in prossimità della peschiera dello stagno di Cabras. Rientro verso la città dal ponte di Brabau in località Sa Rodia e nuovo giro per le vie del centro storico con arrivo in prossimità della statua della giudicessa Eleonora d’Arborea proprio al fianco della Cattedrale di Santa Maria Assunta. Anche per l’Alghero Marathon è stato l’esordio ufficiale su strada del 2023 dopo alcune partecipazioni al Festival del cross che si è concluso ad Alà dei Sardi. Un podio assoluto e tre di categoria sono il ricco bottino portato a casa dalla trasferta di Oristano. Nella 10km, svoltasi nella periferia nord della città lungo la zona sportiva in località Sa Rodia con medesima partenza e arrivo della mezza maratona, Daniela Perinu ha vinto con un ritmo gara costantemente sui 4’/km la categoria SF45 in 41’ ottenendo il terzo posto assoluto della classifica femminile dietro a Giulia Innocenti (Cus Cagliari) e Veronica Pala (Ichnos Sassari). L’altro podio porta la firma di Daniela Zedda che tra le SF50 è giunta seconda alle spalle di Patrizia Mureddu (Atl. Luras) e davanti a Lodovica Marini (Olympia Villacidro). Per lei ventesima posizione assoluta le tra le donne.  Tra gli uomini terzo gradino del podio SM75 per Palmiro Concas habitué della corsa oristanese e presente ad inizio mese al cross di Pabillonis. Altri bluerunner che hanno partecipato ai 10km di Oristano sono stati Walter Trova, Gian Luca Piras, Raffaele Piras, Giuseppe Picchedda, Gianfranco Nuvoli e il rientrante Salvatore Casu. Sono stati in dieci a prendere parte alla mezza maratona. Podio di categoria e nuovo primato personale per Giuseppe Corda (1h20’26) che tra gli SM45 si è classificato al terzo posto polverizzando di ben venti minuti il precedente tempo da lui registrato all’esordio nella distanza (Alghero 2021). A tutto questo si aggiunge l’eccellente ventunesimo posto assoluto sui 355 atleti che hanno tagliato il traguardo. Sempre tra gli SM45 Angelo Tiloca (1h21’58) è sesto di categoria e trentunesimo della classifica maschile. Nuovi primati personali per Domenico Panfili (15° SM40, 1h26’32) e Fabio Lo Gerfo che in 1h36’35 ha migliorato di 6’ il tempo registrato a Cagliari appena tre mesi fa. Medaglia al collo al termine dei 21km per Massimo Sala (1h34’57), Lorenzo Caria (1h36), Giuseppe Baffo (1h38’44), Alessandro Demontis (2h03), Antonio Patta (2h08) e per Monica Dessì (2h07). Per molti la gara di Oristano è stata un test in vista delle maratone di primavera a Roma, Milano e Padova. Vittoria assoluta per Antonino Lollo già campione italiano di mezza maratona nel 2021 davanti a Mustafa Belghiti e Claudio Solla. Quarto il tre volte vincitore di Oristano Oualid Abdelkader.

Qualche ora prima rispetto all’inizio della mezza maratona di Oristano si è corsa la settima edizione del trail di Capoterra Correndo a Is cioffus. Tre le distanze previste lungo percorsi che si snodano in prevalenza su sentieri di montagna e, in misura minima, su strade sterrate forestali del meraviglioso Sulcis meridionale nel territorio del comune di Capoterra. Il long trail entra, per un breve tratto, nel territorio comunale di Sarroch per passare attraverso la gola di “is cioffus”, il punto più spettacolare di tutto il Sulcis. A quest’ultimo, 33km, hanno partecipato per l’Alghero Marathon Massimiliano Verde (16° SM50, 4h01) e Alessandro Sandroni (36° SM60, 4h41).

Marcello Moccia per Alghero Marathon


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi