Domenica 23 Giugno, aggiornato alle 11:14

Stagione lirico-concertistica a Sassari tutto l’anno, raddoppiati i finanziamenti all’ente De Carolis. Piu (Europa verde): “riequilibrio dell’offerta culturale e creazione di posti di lavoro”.

Stagione lirico-concertistica a Sassari tutto l’anno,   raddoppiati i finanziamenti all’ente De Carolis.   Piu (Europa verde): “riequilibrio dell’offerta culturale e creazione di posti di lavoro”.

È stato approvato ieri, nel corso della seduta di Consiglio regionale, l’emendamento che porta da 900 mila euro a 2 milioni, con un incremento di un milione e cento, il finanziamento della Regione Sardegna destinato all’ente concerti Marialisa De Carolis di Sassari: “Un passo necessario per riequilibrare l’offerta culturale tra nord e sud della Sardegna – sottolinea Antonio Piu, consigliere di Europa Verde e primo firmatario dell’emendamento che ha dato via all’iter di approvazione della misura finanziaria in materia di beni culturali, sport e spettacolo – ora l’ente concerto Marialisa De Carolis potrà allungare l’offerta lirica e concertistica a tutto l’anno, anziché al solo periodo ottobre-dicembre come accaduto fino ad ora a causa della mancanza di fondi”. 

L’approvazione, arrivata ieri in aula nella seduta di discussione della finanziaria 2023, è frutto di un lavoro che mira a valorizzare il patrimonio culturale musicale di Sassari che vanta la più longeva stagione lirica, dare maggiore spinta alla sinergia tra ente De Carolis e Conservatorio di musica e Accademia di Belle Arti di Sassari, l’unica nel territorio regionale: “siamo arrivati a questo importante risultato grazie, oltre che ai colleghi di minoranza che hanno firmato il mio primo emendamento e ai consiglieri del territorio – spiega Piu – anche al collega di maggioranza Franco Mula, capogruppo del Psd’az, che emendando il mio ha compiuto l’ultimo atto per arrivare all’approvazione”. 

 

Si tratta di un passaggio che segna un cambio di passo fondamentale per l’ente De Carolis che d’ora in avanti avrà modalità amministrative e misura finanziaria dei contributi regionali, coerenti con l’innovativo processo di riordino territoriale e di equilibrato sviluppo regionale. “L’allungamento della stagione lirica, sarà inoltre una risposta concreta alla crescente domanda da soddisfare anche nel periodo estivo di forte presenza turistica nel nord dell’isola – evidenzia Piu – Allestire una regolare stagione concertistica per il pubblico del centro-nord Sardegna che, insieme alla stagione lirica, apre nuovi sbocchi professionali ai diplomati del Conservatorio Canepa, all’Accademia Sironi e alle altre Istituzioni formative. Sarà un contributo fondamentale anche per ottimizzare i costi di esercizio del teatro comunale di Sassari – conclude il consigliere sassarese – grazie all’allungamento delle stagioni tradizionali, all’avvio di nuove proposte culturali, all’ampliamento delle collaborazioni con la Fondazione cagliaritana e gli altri organismi culturali e di spettacolo sardi“.


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi