Lunedì 30 Gennaio, aggiornato alle 22:01

VIDEO – La Fc Alghero in rimonta doma a suon di gol il temibile Centro Storico Sassari

VIDEO – La Fc Alghero in rimonta doma a suon di gol il temibile Centro Storico Sassari

Emozione e commozione, già prima dell’inizio della gara, quando la società giallorossa, con in testa il presidente Andrea Alessandrini, ha voluto ricordare Stefano Tedde, giovane
calciatore algherese scomparso quattro anni. Per l’occasione ad alcuni amici e familiari di Stefano Tedde sono stati consegnati la fascia di “capitano per sempre” e una targa ricordo. Da sottolineare che l’ingresso era ad offerta e che l’intero incasso sarà devoluto in beneficenza alla Fondazione Airc per la Ricerca sul  Cancro.

La Fc Alghero vince, convince e diverte. Una grande partita, vera, intensa, sempre vibrante. Una di quelle che concilia con il gioco del calcio, che verrà ricordata a lungo, da giocatori, da allenatore da dirigenza. Pubblico tantissimo a sostenere la Fc Alghero, e numerosi e chiassosi i supporter del Centro Storico Sassari. Gli ingredienti erano tutti presenti, fumo geni compresi. Bandiere giallorosse, come solito, e l’immancabile tamburo che dalla tribuna serve a dar la carica ai giocatori in campo. Il tutto condito da frasi colorite, talune al limite del triviale, con qualche novizio, all’esordio vero di una partita condita di tutto punto.

L’Alghero assaggia la fisicità del Centro Storico di Sassari, non a caso prima in classifica pari punti con la Fc Alghero, nelle partite giocate escluso il riposo dei Sassaresi. Duri al limite del regolamento quasi per atteggiamento tattico e di puro approccio  alla partita. Far sentire ai giallorossi la pressione, non solo psicologica ma fisica, nei contatti, tutti duri e muscolosi. Un approccio che i giallorossi subiscono in avvio di partita, e la vivacità degli ospiti lascia intendere che la serata sarà tutta da combattimento. I sassaresi si sistemano bene in campo, e la partita parte subito con ritmo altissimo.

Ritmo che mostra il lato bello della competizione, e in campo mai si è avuta la contezza che si trattasse di una partita di terza categoria. In campo c’era tanta roba, sul piano tecnico e tattico,  due squadre toste che a vederle all’opera è stato un piacere. Ma è il Centro Storico a passare in vantaggio, una grande giocata corale, palla calciata dal limite dell’area di rigore da Monti che finisce la sua corsa nell’angolo alto della porta difesa da Bellinzis. Una botta che avrebbe abbattuto un toro, invece l’Alghero stata brava a riprendere a giocare e cercare le misure giuste per contenere le sfuriate dei sassaresi. Il pareggio  arriva al 10 con una bella rete di Cariga. Al 15 il vantaggio,  per un fallo fischiato per i giallorossi, si incarca della battuta Delias: una punizione perfetta ( vedi filmato) con  i giri contati, che tocca terra solo dentro la porta del Centro storico  Sassari. Il vantagio dei locali spegne le velleità dei Sassaresi che accusano il colpo. I Sassaresi  cominciano e capire che la serata, per loro, si veste di grigio. Ci pensa Bellinzis a stoppare le velleità degli avversari, regalando due parate che salvano il risultato. La spinta finale che spegne le speranze del Centro storico arriva al 34:  è Nemore che realizza una rete di ottima fattezza. E’ il 3 a 1  che mette al sicuro risultato e partita. Gara di fatto chiusa nei primi 45’ di gioco.

Nella ripresa l’Alghero controlla, la difesa sale in cattedra e Gnani giganteggia  sulle palle alte. Per l’Alghero si tratta di una vittoria pesantissima, una ipoteca chiaria e cristallina, sulla pretesa della vittoria finale del campionato. L’Alghero oggi ha dimostrato in 90 minuti di gioco di essere squadra a tratti persino spregiudicata nelle sue giocate. Pippo Zani ha schierato in campo un 4-3-2-1 che gli hanno dato ragione, e soprattutto sono stati bravi i ragazzi che in campo hanno interpretato al meglio sia l’approccio che la gestione della partita. Essere stati sotto di un gol “ pesante” e averlo recuperato con grande personalità, son indicativi della crescita di un gruppo che ora guarda al futuro con ottimismo, sapendo che il futuro dipende tutto da lui.

Si va alle vacanze natalizie con il primo posto in classifca con 24 punti, ora a farsi sotto è lo Sporting  Uri a 22 punti, mentre il Mara è a quota 19. Nel prossimo turno la Fc Alghero riposa, in campo torna il 14 Gennaio a Uri, altro Big Match.

LA CRONACA

al 4°, il Centro Storico Sassari in vantaggio con Monti
10° – pareggio di Ottavio Cariga

15°, la Fc Algherosi è portata in vantaggio grazie ad una magistrale punizione di Delias dal limite, imprendibile 33°- ospiti pericolosi con Pinna, ma Bellinzis ha fatto buona guardia.
34- Fc Alghero ad andare in rete con Nemore che dal limite , supera Nurra.
56°- Pinna ha impegnato Bellinzis con una parata in due tempi.

72°- ci provato Derenzi per gli ospiti con Bellinzis che blocca a terra. A

87°- Thomas Livesi per la Fc Alghero in evidenza

91- Catogno tira da fuori area e palla ha sorvola di poco la traversa.

94- Si è concluso così l’incontro con la Fc Alghero in festa in mezzo al campo, poi  insieme ai suoi tanti tifosi.

 

Fc Alghero: Bellinzis, Cariga (64° Livesi), Cingotti, Sanna Alessandro (71° Ardu), Sanna Michele, Gnani,
Nemore, Nunfris (93° Rizzu), Cherchi (53° Fofana), Delias (55° Catogno), Carta.
Allenatore: Zani
A disposizione: Serra, Gallo, Moro, Carbone.Centro Storico Sassari: Nurra, Delogu (66° Pirastru), Fadda Marco, Barra (46° Ruiu), Ibba, Cabras, Fadda
Mattia (60° Auneddu), Derenzi (81° Soggia), Pinna (71° Vargiu), Monti, Usai.
Allenatore: Pinna
A disposizione: Tedde, Dessenes, Petretto, Serra.
Arbitro: Luigi Antonio Urtis di Sassari
Reti: 4° Monti, 11° Cariga, 15° Delias, 34° Nemore.

 


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi