Lunedì 28 Novembre, aggiornato alle 15:11

Calcio- Via al bando per assegnare gratis i campi di Fertilia, Maristella e Sa Segada. Oneri totali del recupero sulle società. Sarà un flop?

  • In Sport
  • 12 Ottobre 2022, 09:41
Calcio- Via al bando per assegnare gratis i campi di Fertilia, Maristella e Sa Segada. Oneri totali del recupero sulle società. Sarà un flop?

Tira aria nuova ad Alghero nel mondo pallonaro. Una accelerata  ricevuta questa estate, dove fra partenti e new entry, in città il calcio è tornata prepotentemente alla ribalta. Tre squadre nei campionati dilettantistici, tutte griffate “Alghero”, che hanno portato una ventata di novità e insieme un po di casino nella testa degli appassionati locali,  che devono capire in fretta che c’è Alghero e Alghero. E la prima domanda che si pone a parlare di calcio dilettantistico, anche al bar, è: quale Alghero?

Già, quale Alghero? Di colpo il nome è inflazionato per colpa di una offerta che ha investito la città, proponendo un prodotto con base “Alghero” ma con la variante successiva composta da un  nome o da un acronimo.

I nomi che ancora godono di esclusività sono Fertilia, Maristella e Sa Segada, borgate he però calcio non ne hanno. Non hanno società, per ora, ma in cambio hanno voglia, tanta, di poter riprendere a far calcare i campi di calcio ai giovani e agli appassionati che lo volessero. Ma i campi, le strutture di queste tre borgate sono in condizioni tragiche. L’amministrazione Comunale, pressata da richieste che arrivano alla periferia e dalle Borgate, una su tutte Fertilia e a seguire Sa Segada, rompe gli indugi e si rivolge alle società che hanno voglia ( e denaro) di provare a far ripartire il calcio in questi luoghi con l’obiettivo di aggregare i giovani.

Ecco che il  7 ottobre scorso il Comune di Alghero per il tramite del Servizio Demanio e Patrimonio ha emanato un avviso pubblico per l’individuazione di società sportive senza fini di lucro interessate a riqualificare e gestire impianti sportivi comunali. A bando finiscono il campo di calcio di San Segada il campo di calcio di Maristella il campo di calcio di Fertilia. Impianti sportivi, che l’amministrazione evidenzia, sono affidati in concessione a terzi con contratti scaduti e/o prorogati fino all’espletamento della procedura.

Campi di gioco che da tempo hanno perso funzionalità e versano in non ottimali condizioni strutturali e manutentive, in una parola sono fuori norma. Necessitano di interventi di riqualificazione rigenerazione ammodernamento più o meno rilevanti – si sostiene dall’amministrazione – perché possano continuare a svolgere la funzione fisiologica per la quale sono stati realizzati. Una procedura che mira alla riqualificazione gestione degli impianti sportivi comunali definiti minori con poca rilevanza economica con la previsione di un utilizzo teso a favorire l’aggregazione sociale giovanile.
L’affidamento previsto per queste strutture é di cinque anni in gestione gratuita, che possono essere implementati in ragione dell’entità degli investimenti sull’impianto, nell’ipotesi di poter far recuperare gl investimenti effettuati al concessionario, pertanto la durata massima della concessione non può eccedere 15 anni fatta salva la possibilità di prevedere una maggior durata.
La gestione dell’impianto è gratuita non è previsto alcun finanziamento o contributo da parte dell’ente per la realizzazione del progetto presentato, pertanto ad essere ammessi  al bando sono le associazioni sportive senza fini di lucro, che lo prevedono nelle loro norme statutarie.
Le proposte progettuali dovranno essere formulate tenendo conto degli interventi minimi obbligatori specificati nell’elaborato tecnico descrittivo allegato al bando. Alla manifestazione di interesse deve essere allegato un progetto preliminare di fattibilità economico finanziaria, da cui si è evinca la sostenibilità economica dell’intervento proposte, alla luce dei costi di gestione,  delle entrate presunte e degli oneri accessori. Resta inteso che per ogni opera di modifica degli immobili presenti nei campi dovranno essere acquisite le preventive autorizzazioni e concessioni amministrative previste dalla legge a tutti livelli comunali regionali statali.
La prima seduta per esaminare le proposte che perverranno l’amministrazione avverrà il 19 dicembre 2022. Chi è interessato  alla valorizzazione di un impianto, è obbligato a effettuare un sopralluogo concordato con il Comune.
C’è molta curiosità di sapere chi proporrà azioni  per recuperare quelle che oggi sono delle strutture soprattutto quelle del lotto 1 e 3, in condizioni veramente caotiche… E se a Sa Segata il recupero dello spogliatoio della recinzione e del campo di gioco complessivamente potrebbe essere abbordabile, diventa un’impresa titanica se applicato alla struttura di Fertilia dove si deve intervenire non solo sulla recinzione e campo ma anche in quelli che erano spogliatoi.
L’amministrazione nella relazione afferma che il complesso sportivo di Fertilia versa in uno stato di conservazione manutenzione generale NON adeguato la pratica dell’attività. Intervento che riguarda il fondo in pessime condizioni,  ristrutturazione di tutti i corpi di fabbricati, la manutenzione della recinzione, delle chiusure e ripristino del centrale termica della caldaia, il  posizionamento degli estintori e della segnaletica di illuminazione di sicurezza rispetto delle norme antincendio.
E per tutte le attività e per tutti gli impianti , si richiede, siano conformi alle norme di sicurezza che vi sia una dichiarazione di conformità.
Come si vede netto delle buone intenzioni della pubblica amministrazione che previa verifica di un piano economico finanziario di sostenibilità del progetto complessivo di intervento,  non si opporrebbe al recupero delle strutture, si intuisce che le associazioni che vorranno partecipare al bando dovranno trovare risorse, accendere mutui in una parola indebitarsi. Ma la domanda finale, per ora è: quanti sono disponibile a fare tanto? E soprattutto i finanziamenti che erano destinati alla struttura di Fertilia, almeno una trentina dei migliaia di euro dove sono finiti?
Le intenzioni sono buone, ma il rischio nenanche tanto remoto è che il bando finisca con un flop, perchè gli oneri finanziari  da parte delle piccole società possono essere insostenibili.

Foto d’archivio del campo di Fertilia. Oggi quel materiale è stato rimosso

 


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi