Sabato 16 Ottobre, aggiornato alle 18:37

Meteo ad Alghero: Meteo Alghero

Hub vaccinale del Mariotti, i volontari sotto pressione, lunedì incontro con l’Amministrazione

Hub vaccinale del Mariotti, i volontari sotto pressione, lunedì  incontro con l’Amministrazione

La situazione della hub vaccinale del Mariotti ancora ieri sabato, è stata molto critica. Tanta la gente presente, in una giornata che ha presentato punte di caldo di 33- 34°, costretta ad attendere il proprio turno vaccinale in condizioni davvero disagiate.

Ma la notizia che deve far riflettere tutti, compresi  quelli che affermano che a sproposito si sono evidenziando le criticità del punto vaccinale, è che ci sono i volontari sul piede di guerra. Tutto perché la situazione è al limite della sostenibilità.  Si ha notizia che per lunedì ci sia programmata una riunione tra le associazioni di volontariato e l’amministrazione comunale, finalizzata alla verifica della possibilità di trovare soluzione all’attuale momento critico, poiché sono troppe le persone concentrate in uno spazio di tempo davvero limitato, ovvero dalle otto alle ore 13:00, almeno secondo quanto stabilito dalla ATS in una nota pubblica. Con gli attuali volumi di vaccinazione il tempo è davvero poco, e a poco vale stabilire che la struttura alle ore 13,00 dovrebbe chiudere, se poi, le persone presenti, obbligano gli operatori ad andare ben oltre il tempo previsto, con ripercussioni sui turni programmati. Si tenga nella debita considerazione che ieri nel punto vaccinale del Mariotti si sono recate persino persone convocate per oggi, domenica, giorno in cui la struttura è chiusa.

Si capisce che c’è da intervenire sul sistema per evitare che sia i convocati, che quelli prenotati, si possano accavallare. E le immagini del Mariotti, ieri, erano davvero sconcertanti.

Su un punto, però, bisogna,  essere chiari: gli operatori Sanitari, i medici, i volontari, al Mariotti sono da tempo encomiabili. La struttura sino ad oggi ha retto l’impatto talvolta spropositato, e ha garantito l’operatività, e non il collasso del centro, a costo di immani sacrifici. La macchina organizzativa non è gestita dai volontari, ed è qui che i responsabili devono pretendere una inversione di tendenza, compresa, l’opzione di allungare l’orario di lavoro.

 


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi