Lunedì 21 Giugno, aggiornato alle 22:51

Meteo ad Alghero: Meteo Alghero

Punta Giglio – I caterpillar della vergogna, Giovanni Oliva scrive al Presidente della Repubblica

Punta Giglio – I caterpillar della vergogna, Giovanni Oliva scrive al Presidente della Repubblica

Giovanni Oliva, alza il livello delle sue segnalazione  e spedisce al Presidente della Repubblica, ad enti e Istituzioni una missiva , chiamandoli a prendere visione di quanto stia succedendo a Punta Giglio, nel cuore del Parco di Porto Conte.

Ma non è tanto la lettera che oggi inquieta, quanto le immagini di grossi mezzi meccanici, cingolati, che sono la testimonianza che i lavori si stanno svolgendo come , difficilmente alla vigilia si era immaginato. Nel vedere quelle immagini si prova un gran senso di disagio, nel giustificare una intrapresa  e le sue modalità di esecuzione.

Comunque vada a finire questa storia, e finirà nell’immediato, con la realizzazione di tutto, la sconfitta della sostenibilità, dell’ambientalismo, del rispetto della biodiversità, sarà certificata non dai testi delle autorizzazioni, che ci sono, da parte degli gli enti preposti, ma dalle foto che in queste ore certificano che l’intervento si sta compiendo con l’ausilio di caterpillar che poco si addicono al contesto, a luoghi tutelati. E non vogliamo pensare che queste immagini non inquietino persino gli amministratori pro tempore della nostra città, anch’essi presi in contropiede da tanto.

Ed ecco a chi spedisce  la sua lettera, via posta elettronica: All’Assessorato alla Difesa dell’Ambiente della RAS, Alla Direzione Generale dell’Ambiente

Servizio Valutazione Impatti e Incidenze Ambientali, Al Servizio Territoriale Ispettorato Ripartimentale  e del CFVA di Sassari, Alla Soprintendenza dei Beni Ambientali Sassari, Alla Stazione Forestale di Alghero del CFVA,  All’Azienda Speciale Parco di Porto Conte,  Al Comune di Alghero.

Ha inviato una lettera anche al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Ecco il testo:

Insieme a migliaia di altri cittadini da alcune settimane partecipo a una mobilitazione spontanea per far rispettare tutti i vincoli e le norme che tutelano un’area naturalistica di eccezionale valore quale è il promontorio a falesia di Punta Giglio. Si tratta di un tratto della costa della Sardegna di estremo pregio paesaggistico, protetto dal PPR della Sardegna,inserito nel Piano del Parco Naturale Regionale di Porto Conte (nel Comune di Alghero), Sito di Importanza Comunitaria e Zona di Protezione Speciale inserita nella Rete Natura 2000 dell’UE.

Nonostante la stratificazione dei vincoli l’area è oggetto in questi giorni di devastanti interventi finalizzati alla realizzazione di una condotta idrico-fognaria lunga 4km, lavori che si stanno attuando con una modalità sbrigativa e per niente rispettosa delle prescrizioni e delle precauzioni necessarie al fine di non recare danni all’integrità del contesto. Ben 3 caterpillar e altri pesanti mezzi sono in azione per portare a termine, al più presto e senza scrupoli per i danni causati all’ambiente, la realizzazione (contestatissima dalla cittadinanza) di una opera di urbanizzazione che dovrebbe collegare una struttura ricettiva, con ristorante e piscina, proprio in cima alla falesia, secondo autorizzazioni che risultano con tutta evidenza forzature e distorsioni delle norme vigenti. L’ISPRA si è già espresso, dichiarando che per le attività previste non ci sarebbero “mitigazioni” possibili, di fatto suggerendo la sospensione dell’intervento per evitare pregiudizi alla biodiversità, principale oggetto di tutela (secondo le direttive europee), in particolare berte maggiori e minori, uccelli delle tempeste, falchi pellegrini e i rarissimi gabbiani corsi che nidificano sulla falesia. Ma i lavori stanno continuando!

Caro Presidente le chiedo di intervenire con la massima urgenza per far sospendere i lavori, al fine di evitare ulteriori gravi danni a Punta Giglio, un luogo che sta particolarmente a cuore a tanti cittadini e visitatori del nostro Bel Paese. Confido nella sua sensibilità. La saluto cordialmente”Arch. Giovanni Battista Oliva.

Foto presa dal profilo social di Giovanni Oliva

 

 


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi