Lunedì 28 Novembre, aggiornato alle 22:02

Preventivo da capogiro per rimuovere la balena spiaggiata a Platamona

Preventivo da capogiro per rimuovere la balena spiaggiata a Platamona

Sorso, dopo il preventivo da 100mila euro per rilasciare in mare l’enorme carcassa della balena spiaggiata a Platamona, interviene una task force nazionale.

Si sa che i funerali sono costosi, ma un preventivo da 100mila euro è davvero esilerante. Dopo la conferenza di servizi, convocata per decidere le sorti dell’enorme esemplare di “Balaenoptera physalus” (secondo animale del pianeta per dimensioni, dopo la balenottera azzurra), che ha coinvolto ben diciassette Enti, al Comune di Sorso è pervenuto un preventivo a cinque zeri, per imbragare il cetaceo, trascinarlo al largo e zavorrarlo sul fondale.

La balena si era spiaggiata a Platamona qualche settimane fa tra il quinto e il sesto pettine e a notarla sono stati alcuni pescatori, assidui frequentatori dell’area. Gli uomini della Guardia Costiera dopo aver constatato che l’enorme balena  era morta da alcuni giorni hanno avvisato l’associazione “Crama Asinara” che si occupa del rilevamento dei dati biometrici di cetacei, squali e tartarughe marine rinvenute decedute nel nord dell’isola.

La Task Force Nazionale per l’intervento su spiaggiamenti straordinari di cetacei – “Cetacean stranding Emergency Response Team” – CERT, si è resa disponibile a rimuovere la carcassa della balena spiaggiata a Platamona. La realizzazione del CERT è conseguente all’esperienza maturata come Unità per la Necroscopia dei Grandi Cetacei nel corso della gestione dello spiaggiamento di massa di 7 capodogli sul litorale di Cagnano Varano e Capojale (FG) occorso nel Dicembre 2009.

L’intervento prevederà lo spezzettamento del cetaceo e il successivo interramento dei resti in un terreno di proprietà comunale. Il tutto costerà al Comune circa 30mila euro. Ma non è finita qua perché il consigliere con delega all’ambiente Delogu afferma che “tra qualche anno abbiamo intenzione di recuperare e compattare lo scheletro affinché diventi un’attrazione turistica per Sorso”. La vicenda della balena spiaggiata a Platamona non è quindi conclusa.


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi