Domenica 14 Luglio, aggiornato alle 20:29

Roberto Corbia è il nuovo Assessore all’Urbanistica, alla Pianificazione e all’Immaginazione civica del comune di Alghero, voluto da Valdo Di Nolfo

Roberto Corbia è il nuovo Assessore all’Urbanistica, alla Pianificazione e all’Immaginazione civica del comune di Alghero, voluto da Valdo Di Nolfo

Architetto Urbanista,  Esperto in rigenerazione urbana, pianificazione territoriale, progettazione urbanistica e del paesaggio, questo il suo titolo, e’ un Algherese doc classe 1984. Allievo di Renzo Piano, project manager della rinascita urbanistica di Bologna da oggi a disposizione della sua città con il ruolo di Assessore.

Il Consigliere Regionale On. Valdo Di Nolfo di Uniti per Todde e la lista della Sinistra Algherese, insieme per il ritorno nell’isola dei cervelli in fuga afferma: Roberto Corbia è assessore all’Urbanistica, alla Pianificazione e all’Immaginazione civica del comune di Alghero.

Si laurea con lode in Urbanistica nel 2010 presso l’Università degli studi di Firenze, con una tesi sulla rigenerazione urbana della città di Alghero; Consegue il Master in Architettura del Paesaggio presso l’Universitat Politecnica de Catalunya a Barcelona nel 2015.

Tra il 2010 e il 2014 ha maturato diverse esperienze lavorative come freelance, partecipando alla redazione di piani urbanistici e di settore, collaborando alla redazione di valutazioni ambientali strategiche e partecipando a numerosi concorsi.

Convinto sostenitore dell’approccio partecipativo delle comunità nella progettazione, nel 2014 entra a far parte del Gruppo G124, il gruppo di lavoro istituito dal Senatore Architetto Renzo Piano per studiare e sviluppare progetti di rigenerazione urbana nelle periferie Italiane, dove si occupa come responsabile, del progetto Buone Azioni per Librino, progetto esposto alla 15. Mostra Internazionale di Architettura di Venezia e per il quale riceve la menzione d’onore al premio internazionale The Plan awards 2015 nella sezione “urban regeneration”.

Dal 2015 al 2018 fa parte del team R&D dello studio Mario Cucinella Architects, con il quale si occupa di ricerca e sperimentazione applicata ai progetti urbani. Fra i vari progetti a cui ha collaborato, partecipa con il ruolo di Coordinatore di Progetto al concorso internazionale per la riqualificazione della città storica di Taranto “OPEN TARANTO” con il progetto “Taranto Respira” per il quale riceve la menzione d’onore, alle linee guida strategiche per la ricostruzione Post Sisma della citta di Camerino – WSR CAMERINO – e al progetto di ricerca “ARCIPELAGO ITALIA” con il quale Mario Cucinella viene designato curatore del Padiglione Italia alla 16.ma Mostra di Architettura di Venezia.

Dal 2015 al 2018, ricopre inoltre il ruolo di direttore del corso “Architecture as a Social Business” presso la Scuola Post Graduate fondata dall’Architetto Mario Cucinella, SOS – School of Sustainability.

Dal 2018 al 2019 è partner di MB AA Atelier di Architettura, dove ha coirdinato la sezione gare e concorsi dello studio, vincendo il concorso per la qualificazione dei luoghi pesca del sistema FLAG Emilia Romagna. Ha collaborato alla realizzazione dello Studio di Fattibilità per la realizzazione del nuovo Stadio Lucio Mongardi di Argenta (FE).

Nel 2015 è tra i fondatori del gruppo INSITI – opportunità urbane, con il quale si occupa di progettazione urbana e del paesaggio e processi partecipativi applicati ai progetti, con il quale ha partecipato fra le varie attività, alla redazione delle “linee guida strategiche per il nuovo piano urbanistico di Battipaglia” (realizzate in collaborazione con lo studio Alvisi Kirimoto + partners) allo “studio di fattibilità per la riqualificazione degli affacci sul Canale Pordelio del Comune di Cavallino Traporti” (progetto sviluppato in collaborazione con lo studio Milan Ingegneria srl) e al “progetto per la realizzazione della nuova scuola di Isnello” (PA) (progetto sviluppato in collaborazione con lo studio Am3 Architetti Associati”) in particolare coordinando il percorso di progettazione partecipata con la cittadinanza.

Dal 2019 al 2021 è stato docente nell’ambito dei temi della pianificazione e progettazione del paesaggio presso il FORMEZ PA, ente di Formazione per le pubbliche amministrazioni nell’ambito del PROGETTO CAMPUS SARDEGNA, programma promosso dalla Regione Autonoma della Sardegna, per il rafforzamento della cultura del paesaggio e dell’uso consapevole del territorio.

Dal 2019 lavora presso la Fondazione Innovazione Urbana Rusconi Ghigi a Bologna. Sono soci fondatori della Fondazione il Comune di Bologna e Alma Mater Studiorum – Università di Bologna. E’ coordinatore e project manager dell’area “trasformazioni dello spazio urbano” dove si occupa di politiche, processi di trasformazione della città metropolitana di Bologna, coordinando numerosi progetti.

Indubbiamente un prifilo di alta competenza, e ancor di più aggiunge valore il suo “ritorno a casa”, nella sua città, quella che che lui da tempo sogna di modificare, con rigenerazioni e riqulificazioni urbane che in questa città devono essere attuate con molta decisione. Lo attende, è certo, un lavoro gigantesco, ma che si la persona giusta, con i titoli e le competenze appropriate è indubbio.


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi