Domenica 14 Luglio, aggiornato alle 13:30

VIDEO – Parco di Porto Conte – Festeggiati i 90 del maestro Elio Pulli, dibattito su arte e cultura e il sogno di vedere la sua bottega a Tramariglio trasformata in un Museo

VIDEO – Parco di Porto Conte – Festeggiati i 90 del maestro Elio Pulli, dibattito su arte e cultura e il sogno di vedere la sua bottega a Tramariglio trasformata in un Museo

Si è tenuto oggi venerdì 5 Luglio a  Casa Gioiosa, sede del Parco Naturale Regionale di Porto Conte, l’evento “Elio Pulli: 90 anni di storia e di opere”, dedicato al noto pittore, scultore e ceramista sassarese che proprio  oggi compie  90 anni. Una vita di produzione instancabile fatta di dipinti, sculture, arredi, ceramiche che hanno contribuito a lasciare un segno indelebile nella storia dell’arte della nostra Isola

Presenti le massime cariche civili e militari per  omaggiare il noto pittore scultore ceramista sassarese, che al Tramariglio,  ha avuto la sua base di lavoro, un’autentica bottega d’arte, dove sono presenti lavori che sono un contributo e un segno indelebile nella storia dell’arte della nostra isola. L’evento si è trasformato subito in un momento di riflessione di discussione sull’importanza dell’arte nella società contemporanea e l’occasione per presentare al pubblico le iniziative promosse dal Parco Di Porto Conte per valorizzare la figura del maestro Pulli. Con un progetto ipotizzato che è la creazione di una casa museo nel quale le sue opere possano trovare la giusta collocazione per essere un momento di promozione e attrattività per il nostro territorio e per la Sardegna intera. Interessanti le parole pronunciate dalla direttrice del Museo Internazionale Delle Ceramiche di Faenza la Dottoressa Claudia Casali, ospite d’onore dell’evento, che ha affermato:

Elio Pulli è un personaggio non solo di Alghero e della Sardegna ma ha avuto un respiro nazionale internazionale,  la sua carriera è molto ricca di opere. Sono  incontri di percorsi che vanno dalla pittura alla scultura e recentemente anche alla ceramica. L’occasione per celebrare questi novant’anni è stata anche l’occasione per raccontare di un progetto speciale che lui ha realizzato proprio per il Parco, ed è dedicato al Piccolo Principe, dove c’è questo dialogo importantissimo tra le opere dipinte e la parte scultorea in ceramica. In questo racconto poetico ed artistico su uno dei racconti più enigmatici della letteratura contemporanea,  il maestro Pulli è riuscito a trasferire , appunto,  il suo segno particolare in quello che è il messaggio di un grande autore che ha vissuto qui ad Alghero,  e c’è questo dialogo veramente emozionante all’insegna dell’arte“.

Elio  Pulli racconta brevemente l’emozione vissuta per l’importante traguardo raggiunto, i novant’anni, “Fra tanti amici che mi seguono e sono in piena forma, mi consola questo nel  di vedere che gli amici ancora non sono tutti via.

E alla domanda rivolta al maestro se fosse ora di dare gambe al progetto di trasformazione del suo studio in un museo, Pulli risponde: : speriamo che  la nuova giunta riesca realizzare questo mio sogno e poi, conviene a loro,  perché io ho prodotto, adesso sta loro conservare il mio prodotto Cosa più che logica  – prosegue il maestro – e dovrebbero pensarci bene. Vorrei che tutto fosse conservato e non sparso, sarebbe un peccato non poter vedere le opere che vanno via e non tornano più, qui c’è ancora la galleria chiusa da tre anni, non sto vendendo niente,  perché vivo a Sassari e la galleria è chiusa, ma solo per salvare le opere e tenerle tutte unite

L’evento si inserisce, inoltre, nell’ambito della speciale ricorrenza dell’ottantesimo anniversario dalla scomparsa dell’autore francese Antoine De Saint Exupéry, figura cardine di numerose iniziative portate avanti in questi anni dall’Ente Parco tra cui la realizzazione del Museo M.A.S.E., a lui interamente dedicato, ed altri allestimenti ed iniziative, che proseguiranno nel mese di luglio, finalizzate alla promozione dell’Ecomuseo del Parco di Porto Conte. Il collegamento a questa ricorrenza è offerto, inoltre, dalla mostra artistica ispirata al celebre libro  “Il Piccolo Principe”, ospitata all’interno degli ambienti museali di Casa Gioiosa: uno straordinario insieme di opere in ceramica e ferro realizzare da Elio Pulli quale base illustrative unica e originale della versione in lingua sarda del libro “Su Printzipeddu nostru” curata da Luciano Goddi

 

Il filmato propone l’intervista alla direttrice del Museo Internazionale delle Ceramiche di Faenza Claudia Casali, al maestro Elio Pulli e l’intervento in Sala del Sindaco di Sassari Giuseppe Mascia


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi