Domenica 21 Luglio, aggiornato alle 17:59

Obra Cultural de l’Alguer e “Impegno Rurale” danno vita al progetto “Una tarda al burg”, a Santa Maria La Palma da Luglio ad Agosto

Obra Cultural de l’Alguer e “Impegno Rurale” danno vita al progetto “Una tarda al burg”, a Santa Maria La Palma da Luglio ad Agosto

L’Obra Cultural de l’Alguer, grazie al supporto della  Diputació de Barcelona, della Fondazione Alghero e del Comune di Alghero, dopo il successo dell’anno scorso, propone anche per il 2024, una rassegna che combina musica e teatro in algherese inserita in un progetto più vasto organizzato dell’associazione “Impegno Rurale” denominato “Una tarda al burg – Una sera al borgo”,  che si terrà, durante i mesi di luglio e agosto, nel cortile delle ex-scuole medie di Santa Maria La Palma, uno scenario incantevole per gli spettacoli.

Si comincia mercoledì 10 luglio 2024, alle ore 20.30 con “Jo. Pino Piras” un coinvolgente monologo di Elisabetta Dettori, liberamente tratto e adattato dalla stessa attrice dal libro di Giancarlo Monticelli “Memòries de Pino Piras” . Questo talentuoso artista algherese, scomparso da molti anni, era noto per la sua satira politica tagliente e intelligente. Per l’occasione Elisabetta Dettori sarà accompagnata dalla voce e dalla chitarra del musicista Matteo  Scala. Sarà questa una opportunità per immergersi nella cultura algherese e celebrare la memoria di un grande autore.

La rassegna continua giovedì 11 luglio 2024, sempre alle ore 20.30, con un breve ricordo di Vito Loi, storico presidente dell’Obra Cultural, e la lettura, da parte della signora Giovannina Piras, di alcune “Maneres de diure” che Vito Loi ha pubblicato sulla rivista “L’Alguer”. Nella seconda parte della serata andrà in scena “L’espiritista” una farsa comica scritta dallo stesso Vito Loi, grande appassionato di teatro, che vedrà protagonisti quattro attori facenti parte del gruppo “Amics del teatre alguerès”: Natalina Signorini, Alberto Lai, Luigi Meloni e Antonello Pinna. Questi bravi interpreti porteranno in scena personaggi comici e situazioni esilaranti. Per l’occasione, la regia è di Elisabetta Dettori

Il terzo e ultimo appuntamento della rassegna, in programma venerdì 12 luglio 2024, alle ore 20.30, sarà una emozionante serata dedicata alle canzoni popolari algheresi che hanno fatto parte delle commedie in vernacolo portate in teatro da Gavino Ballero. La direzione artistica è del maestro Francesco Scognamillo, che seppure giovane è oramai una guida artistica di grande esperienza che ha curato l’arrangiamento e presenterà le canzoni. Il maestro Scognamillo sarà ben supportato dalla abilità strumentale dei musicisti  Massimiliano Peana e Matteo Scala.  Gli interpreti saranno Gina Marrosu e Paolo Zucconi, due talentuosi cantanti algheresi che promettono di emozionare il pubblico con le loro voci straordinarie. Con questo evento si vuole celebrare la ricchezza della tradizione musicale locale.

L’ingresso è libero per tutte le serate.

Al termine di ogni serata, solo ed esclusivamente per coloro che si prenoteranno, sarà garantito un assaggio di prodotti locali in un coinvolgimento degli artisti e della comunità locale che creerà un legame speciale con il pubblico” chiude la nota informativa del Presidente dell’Obra Cultural de l’Alguer Pino Tilloca

 

 


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi