Domenica 14 Luglio, aggiornato alle 13:30

Incarichi Assessoriali, Raimondo Cacciotto moderatamente ottimista verso la chiusura della partita, ma rimangono almeno due “spine”

Incarichi Assessoriali, Raimondo Cacciotto moderatamente ottimista verso la chiusura della partita, ma rimangono almeno due  “spine”

Sì è imboccata con decisione la strada che porta alla costituzione della nuova Giunta Comunale di Alghero. Il sindaco Raimondo Cacciotto ha un’agenda fitta di appuntamenti, e conta nelle prossime ore di chiudere la partita con le nomine, che, inutile nasconderlo si portano dietro malumori e qualche mal di pancia.

Si va verso lo schema ampiamente dibattuto e condiviso che Cacciotto da giorni si porta dietro. La sua maggioranza composta da Partito Democratico, Noi Riformiamo Alghero, Futuro Comune, Alleanza Verdi e Sinistra, Movimento Cinque Stelle, Orizzonte Comune, Città Viva e Alghero al Centro, avrà propri rappresentanti nella gestione della cosa pubblica cittadina.

Il sindaco ieri presente all’inaugurazione dell’ALGUER WINE Week, ha preferito dribblare sull’argomento, ma è parso evidente che il primo cittadino è moderatamente ottimista sulla chiusura per le assegnazioni degli incarichi.

Il Partito Democratico esprimerà due Assessori e la Presidenza del Consiglio Comunale. Quasi fatta per il nome di Mimmo Pirisi alla Presidenza, di Enrico Daga Assessore, con delega al Bilancio, non è dato sapere ancora il nome del secondo candidato alla carica assessoriale. Altro grande azionista della maggioranza che sostiene Raimondo Cacciotto è  la Lista Civica Noi Riformiamo Alghero, ha espresso quattro consiglieri comunali e per loro sono previste due deleghe assessoriali e non meno di due presidenze di partecipate comunali. Si parla con insistenza di Maria Grazia Salaris, è di Francesco Marinaro, o Alberto Zanetti o Gianni Martinelli,  in corsa per il secondo nome papabile. Futuro Comune, con due consiglieri comunali si difende, poiché a questo partito si è stato caricato totalmente il peso del Sindaco, ma non tramonta l’ipotesi di vedere Ornella Piras Assessora.

Altro piccolo nodo da sciogliere riguarda Alleanza Verdi e Sinistra, anche qui un assessorato è certo, ma non è ancora chiuso l’argomento su nome e partecipata da assegnare, sul tavolo ci sarebbe comparso il Parco di Porto Conte.

Chiuso invece il discorso con il movimento cinque stelle che prenderebbe la Presidenza della Fondazione Alghero con Graziano Porcu, il quale  farebbe spazio in consiglio comunale di Giusy Piccone,

Poi arrivano i dolori, Orizzonte Comune e Città Viva sono le spine, quelle vere per Raimondo Cacciotto.

Orizzonte Comune che ha espresso un consigliere comunale, Christian Mulas, rivendica un incarico assessoriale, il nome proposto dal consigliere del partito fondato da Franco Cuccureddu, pare sia incompatibile, nonostante si tratti di una donna di provata capacità, il suo nome pare sia incompatibile con un altro incarico. Si tratta della presenza  di un suo familiare  all’interno dell’amministrazione pubblica, si parla di Secal.

Ieri in tarda serata incontro fra Raimondo Cacciotto e Christian Mulas, un faccia a faccia per chiarire ulteriormente e trovare una via d’uscita a una situazione che con il passar dei giorni si sta ingarbugliando, forse è ipotizzabile che Orizzonte Comune proponga un altro nominativo.

Poi arrivano i dolori verso Città Viva. Per questa lista civica che espresso un consigliere comunale, Giampietro Moro,  al momento non ci sono disponibili né incarichi assessoriali (ma questo si sapeva), e neanche Presidenze di partecipate, il Parco di Porto Conte ipotizzato verso questa formazione civica, di colpo pare si sia allontanato, e per questa lista civica sul tavolo disponibile ci potrebbe essere solamente la Presidenza di una Commissione Consiliare. Basterà?

L’altro partito che avrà una rappresentanza all’interno delle commissioni é Alghero al Centro che non ha espresso alcun consigliere, ma come da sempre sostenuto dal sindaco,  avrà un ruolo anch’ esso.

Ecco da qui si parte, o forse si arriva. E se per i maggiori azionisti della maggioranza il discorso praticamente è chiuso, c’è ancora da porre fine al discorso con alleanza Verdi sinistra, dove nelle prossime ore Raimondo Cacciotto incontrerà il leader cittadino Valdo Di Nolfo per limare, e chiudere le trattative.

Le nuove nomine assessoriali, complessivamente sette, devono necessariamente prevedere la presenza del cosiddette quote rosa, tre nominativi di donne che allo stato attuale non si vedono. C’è una predisposizione a non lasciare l’incarico di consigliere Comunale, poiché ricoprendo l’incarico di Assessore si decide automaticamente dal ruolo con tutti i rischi collegati. Ci sarà un ricorso dominante a nomine esterne, ma si hanno buone ragioni per credere che sabato 6 luglio, in occasione della prima riunione del consiglio comunale, il sindaco Raimondo Cacciotto presenterà la sua squadra al completo

 

 

 


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi