Sabato 20 Luglio, aggiornato alle 11:02

Andrea Pisano e Salvatore Musselli, su Skoda Fabia R5, in vetta al 29º Rally Internazionale Golfo dell’Asinara al termine del Day1 davanti a Testa e Gessa

  • In Sport
  • 30 Giugno 2024, 09:00
Andrea Pisano e Salvatore Musselli, su Skoda Fabia R5, in vetta al 29º Rally Internazionale Golfo dell’Asinara al termine del Day1 davanti a Testa e Gessa

Dopo le prime quattro prove, l’osilese Andrea Pisano, navigato da Salvatore Musselli su Skoda Fabia R5 Rally2, è in testa al 29º Rally Internazionale Golfo dell’Asinara con un tempo di 23’59″9. La prima giornata di gara ha già regalato emozioni e sorprese, con il trentanovenne del Team Magliona, Andrea Pisano, navigato da Salvatore Musselli su Skoda Fabia, che dopo la partenza da Porto Torres ha vinto i primi passaggi sulle speciali Codrongianos e Usini, poi si è aggiudicato anche la Codrongianos 2 e ha conservato il primato dopo aver concluso l’ultima prova al 3º posto. Nel primo passaggio sulla insidiosa Usini 1, gli 11 km di lunghezza avevano permesso a Pisano di accumulare un vantaggio di sei/sette secondi sugli inseguitori più agguerriti, poi persi a causa della foratura a 3-4 chilometri dal termine del secondo passaggio sulla Usini.

 

In seconda posizione, staccati di appena 1″8, il molisano Giuseppe Testa e il sardo Marco Murranca, che grazie alla vittoria nella Usini 2 con il tempo eccellente di 7’39” – ben 15″ in meno rispetto al proprio primo passaggio e 8″ in meno rispetto al record che aveva siglato da Pisano nel primo passaggio – hanno sgretolato il il vantaggio di 9″2 che il primo in classifica vantava nei loro confronti. Terzo posto, a 10″4, per Marino Gessa e Salvatore Pusceddu, arrivati al Rally del Golfo dell’Asinara coi gradi di leader della Coppa Rally di Zona 10 e del Campionato Regionale. A completare la top5, l’osilese Giuseppe Mannu, navigato dal sassarese Carlo Pisano, e l’algherese Antonio Dettori, affiancato dal navigatore Marco Demontis. Undicesimi assoluti e primi tra le “due ruoti motrici”, Fabrizio Martinis e Valentina Boi su Peugeot 208 Rally 4, a a 1’44″3. La giornata si è chiusa nel Piazzale della Pace di Alghero, in concomitanza col Festival della birra, Birralguer.

Già finito il rally del selargino Auro Siddi e di Giuseppe Maccioni, costretti al ritiro da un problema al motore. Out anche Pisano-Sirigu, Masala-Cottu, che rientreranno col super rally, ritiro definitivo per Abate-Borzacchini, Tria-Piccinnu, Gorme-Mazzone. Fuori definitivamente anche Caenazzo-Fodde, fermatisi durante la Usini 1 a causa di un incendio senza conseguenze per l’equipaggio sulla propria Renault Clio, inconveniente che ha causato la sospensione e il definitivo annullamento della prova e il tempo imposto alle vetture successive.

 

Il commento

Andrea Pisano, leader della gara al termine della prima giornata, ha commentato: “Impressioni molto positive, non avevo mai provato prima questa macchina, non avevo fatto neanche un test, ed essere in vetta con avversari di livello come Testa, Gessa e gli altri è una gran cosa. Giro dopo giro abbiamo fatto delle regolazioni a nostro favore, peccato per la foratura a 3-4 km dal termine della Usini 2, altrimenti avremmo potuto migliorare ancor di più il tempo siglato nel primo passaggio. Le prove di domani sono più larghe, meno sporche, veloci e molto belle ma purtroppo corte, quindi non ci sarà modo di accumulare distacchi importanti. Magari nella San Lorenzo, in discesa, si potrà andare molto veloci ma servirà attenzione”.

 

Lo Storico

Fabrizio e Marco Colombi, su Bmw M3, sono in testa al rally storico (18’57″9) dopo le prime tre speciali – i due passaggi sulla Codrongianus e il secondo sulla Usini, poiché la Usini 1 dello Storico era stato annullato a causa dell’incendio sulla vettura 41 del moderno. Secondi Pietro Pes di San Vittorio e Stefano Cirillo (Opel Kadett Gsi, a 18″1), terzi Casalloni-Figoni (Peugeot 205, a 2’33″2).

 

Domani

Domani, alle 9.15, le auto lasceranno il riordino notturno di Alghero in direzione del parco assistenza di Sassari, da cui poi raggiungeranno le speciali Bunnari (6,55 km, ore 10.50 e 13.55), Osilo (4,56 km, ore 11.30 e 14.35) e San Lorenzo (7,47 km, ore 11.45 e 14.50), da ripetere due volte con un riordino intermedio alle 12.10 alla Settima Discesa a Mare di Sorso e un accesso al parco assistenza di Sassari alle 13.05. A partire dalle 15.30 si chiuderà in bellezza, al porto di Castelsardo, l’arrivo vista mare e le premiazioni.

 

L’Automobile Club Sassari ringrazia per la collaborazione la Regione Sardegna, i comuni di Alghero, Castelsardo, Porto Torres, Sassari, Codrongianos, Sennori, Sorso, Florinas, Usini e Osilo e i partner Testoni, Bunker Point e Sardares, Cantine Santa Maria La Palma e Dr, mobility partner della manifestazione.

 

Maggiori informazioni e dettagli sul sito internet ufficiale della manifestazione, www.rallygolfodellasinara.com. Sono attive anche le pagine ufficiali Facebook e Instagram.

 

Classifica top10 moderno: 1) Pisano A.-Musselli S. (Skoda Fabia) in 23’59”9; 2) Testa-Murranca (Skoda Fabia) a 1”8; 3) Gessa-Pusceddu (Skoda Fabia) a 10”4; 4) Mannu-Pisano C. (Skoda Fabia) a 12”9; 5) Dettori-Demontis (Skoda Fabia) a 21″; 6) Ronzano-Andreis (Skoda Fabia R5 Evo) a 33″1; 7) Serra L.-Serra C. (Skoda Fabia) a 57″0; 8) Diomedi-Pirisinu (Skoda Fabia) a 1’19″8; 9) Musselli V.-Frau (VW Polo GTI R5) a 1’33″9; 10) Locci-Musu (Skoda Fabia) a 1’39″8.


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi