Domenica 14 Luglio, aggiornato alle 20:29

Oristano – Inaugurato il Festival Internazionale dell’archeologia “Isola dei Giganti”

Oristano – Inaugurato il Festival Internazionale dell’archeologia “Isola dei Giganti”

di Caspa

Venerdì sera ad Oristano si è l’inaugurato il Festival Internazionale dell’archeologia “Isola dei Giganti” con i saluti delle autorità e la conferenza dal titolo “Mont’e Prama, la scoperta”,  sono intervenuti i protagonisti degli scavi nel sito archeologico e sono stati ricordati gli studiosi che non ci sono più ma che hanno reso possibile il ritrovamento del complesso statuario. L’introduzione e l’intervallo musicale sono stati del pianista Gustavo Gini, il coordinamento scientifico Giorgio Murru. Ospiti e protagonisti sono stati introdotti da Ambra Pintore.
Nei saluti della fondazione “Mont’e Prama” alle autorità da parte del presidente Antony Muroni ha ricordato che nel cinquantesimo anniversario dal ritrovamento del complesso scultoreo si è partiti dal capoluogo e da uno dei suoi spazi più suggestivi il sagrato del duomo di Oristano. Ogni anno scegliamo un luogo diverso per aprire i nostri festival, prima di trasferirci a Cabras, nei siti archeologici, ha detto Murony.

Nell’edizione 2024 oltre che a Cabras e Tharros, faremo una tappa al Nuraghe Losa di Abbasanta e una a Laconi. Come per le passate edizioni cercheremo di far dialogare le diverse forme d’arte con l’archeologia, sperando di replicare il successo di pubblico degli anni precedenti. Tra le autorità presenti alla serata la neo presidente della Regione Sarda Alessandra Todde che ha affermato che la sua giunta sosterrà la cultura quale identità, come in questo caso, di un intero popolo.

 


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi