Giovedì 20 Giugno, aggiornato alle 17:07

Mimmo Pirisi: ultimo Consiglio Comunale della gestione Conoci che non ha brillato. Il Consigliere Dem è stato uno dei più prolifici dentro e fuori l’aula

Mimmo Pirisi: ultimo Consiglio Comunale della gestione Conoci che non ha brillato. Il Consigliere Dem è stato uno dei più prolifici dentro e fuori l’aula

Ultimo consiglio comunale della gestione Conoci e del centro destra liberale e sardista ,ultimo atto di questa amministrazione che non ha certo brillato in compattezza e unità di intenti. Sono parole di  Mimmo Pirisi il Capogruppo e Consigliere del Partito Democratico, che prosegue: anche nell’ultima seduta non sono mancati i distinguo e assenze tattiche. Ancora una volta grazie al senso di responsabilità dell’opposizione molti punti all’ordine del giorno, improrogabili, sono stati approvati, ma questa non è una novità.  Ora la palla passa agli elettori che giudicheranno forze politiche , consiglieri uscenti e nuovi candidati per dare alla città un nuovo sindaco una nuova giunta e un nuovo consiglio comunale, buon voto a tutti conclude il Capogruppo Dem.

Mimmo Pirisi chiude la consiliatura con una stoccata, evidenziando ulteriormente la costante di questa maggioranza, Lo ha affermato anche il Sindaco ieri, quando ha sottolineato che “La mia maggioranza, con il contributo dell’opposizione e nel rispetto dei rispettivi ruoli, sino all’ultimo giorno del mandato, dimostra di lavorare senza divisioni con spirito di servizio e senso del dovere nell’interesse della città”. E’ il riconoscimento al ruolo sovente determinante dell’opposizione, e Mimmo Pirisi è stato indiscutibilmente colui che ha anteposto gli interessi della collettività ai suoi personali. Spiace ad esempio non sapere, poichè promessi ma non portati a compimento, i numeri che hanno interessato i singoli consiglieri Comunali, e la oro attività in seno alle Commissioni, autentico motore dell’azione amministrativa. Non sono disponibili le presenze, vera cartina di tornasole di un consigliere Comunale, dove si sarebbe visto senza inganni, il vero valore di ogni singolo, e vagliata persino la pretesa di una nuova elezione. Già, proprio così, perché se si ha la bontà di scorrere le liste che composte  da  persone che ambiscono a un posto in Consiglio, si trovano persino taluni che meritano il divieto di accesso, possibile per loro,  nell’aula di Via Columbano solo in occasione di “Monumenti aperti”.

Mimmo Pirisi in questi cinque anni da Consigliere Comunale ha prodotto centinaia di interventi a mezzo stampa, è lui che sovente ha fatto uscire dall’aula del palazzo, le criticità, le contraddizioni e le beghe che hanno interessato la maggioranza al governo della città. Decine di interrogazioni, mozioni, brevi segnalazioni, finalizzate a rimuovere criticità, a dare voce a cittadini e residenti dentro l’istituzione. E per questo, Mimmo Pirisi si è ritagliato un profilo di buona credibilità soprattutto dagli avversari politici, e la sua presenza, per strada nei momenti di lotta, al fianco di chi chiedeva e non veniva ascoltato, è la testimonianza di un modo di intendere la politica dal sapore antico.

Mimmo Pirisi si ripropone, dopo aver condotto una campagna elettorale mai fuori dalle righe, senza toni accesi, senza insulti e offese. Ora si affida a tutti coloro che credono in questo modo di fare politica,  non urlato ma ragionato, e dove il percorso e l’attività svolta è certificata e agli atti dell’amministrazione, esattamente come per quelli che hanno brillato per assenza e inconsistenza.


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi