Domenica 14 Luglio, aggiornato alle 20:57

Giovani Cittadini Europei in Azione: il Viaggio della 3°B del Liceo Enrico Fermi di Alghero

Giovani Cittadini Europei in Azione: il Viaggio della 3°B del Liceo Enrico Fermi di Alghero

Alghero, Sardegna – Il sogno per gli studenti della classe 3°B del liceo scientifico Enrico Fermi di Alghero si è avverato.

Grazie al progetto “A Scuola di OpenCoesione”, questi giovani hanno intrapreso un percorso di crescita, diventando cittadini europei consapevoli e attivi.
Il progetto ASOC, svolto interamente in lingua inglese, ha permesso agli studenti di sviluppare competenze digitali, statistiche, di data journalism e di educazione civica, sperimentando appieno il lavoro di gruppo, la suddivisione di compiti e ruoli e la collaborazione finalizzata ad un obiettivo comune. Ma cosa significa esattamente “A Scuola di OpenCoesione”? È un’iniziativa di open government che mira a rendere trasparenti le politiche di coesione finanziarie, finalizzate a colmare il divario tra aree geografiche diversamente sviluppate, permettendo ai cittadini di monitorare come vengono spesi i fondi europei e nazionali in Italia.
Durante l’anno scolastico, gli studenti hanno seguito un percorso didattico articolato in sei tappe, che includeva lezioni in classe, visite di monitoraggio civico, interviste ad esperti e eventi di disseminazione dei risultati. Questo percorso è culminato in due eventi finali che hanno coinvolto la comunità locale scolastica e non, durante i quali è stato possibile condividere le scoperte degli studenti con le istituzioni e la cittadinanza.
Il lavoro autonomo degli studenti, valutato come PCTO, ha incluso numerose ore di ricerca di monitoraggio civico, utilizzando strumenti di tecnologia dell’informazione. L’obiettivo era esplorare le caratteristiche socio-economiche, ambientali e culturali del territorio di Alghero, partendo dalle materie di studio e analizzando gli interventi finanziati dalle politiche di coesione, verificando, quindi, come le politiche stesse intervengano per migliorare il contesto locale.
Guidati dalla Prof.ssa Manuela Santandrea e con il supporto della Prof.ssa Costantina Cossu, gli studenti della 3°B hanno scelto di concentrarsi sul progetto Waves4Water. Questo progetto ambizioso mira a migliorare l’approvvigionamento energetico ed idrico nel parco di Porto Conte, attraverso un sistema integrato di produzione di energia dalle onde marine e dissalazione dell’acqua marina.
Il progetto di ricerca, durato quasi 3 anni, ha verificato la bontà del sito dove è stato installato il prototipo e che la produzione di energia si è rilevata costante in tutto l’arco temporale di osservazione ed in linea con le previsioni del capitolato tecnico. Il finanziamento di un certo numero di macchinari non sarebbe improponibile e potrebbe rendere indipendente il territorio da un punto di vista energetico ed idrico. Resterebbe la criticità degli alti costi di manutenzione, ma anche qui la soluzione sarebbe creare indotto per il territorio, formando i manutentori in collaborazione con il Parco e magari con la scuola professionale locale.
Durante il percorso, gli studenti sono stati supportati da diversi enti e associazioni, tra cui Europe Direct Regione Sardegna e Sardegna 2050, oltre agli esperti dell’ISTAT e ai progettisti del Parco di Porto Conte.
L’evento finale ha visto la partecipazione di autorità locali, tra cui il sindaco Mario Conoci e il presidente del parco Raimondo Tilloca,  i quali hanno elogiato il lavoro degli studenti, sottolineando come la disseminazione dei risultati, effettuata tramite il sito internet https://seawaveenergy-alguer.jimdosite.com/ e diverse piattaforme social (Instagram, Facebook, YouTube e TikTok), ha contribuito a far conoscere alla comunità l’esistenza del progetto monitorato dagli studenti, che fino a quel momento era sconosciuto ai non addetti ai lavori.
Il culmine di questo percorso educativo è stata la partecipazione della classe 3°B agli ASOC 2324 AWARDS, l’evento finale dell’undicesima edizione di A Scuola di OpenCoesione. Il sogno di vincere il viaggio in premio  si è avverato quando gli studenti hanno appreso, durante la cerimonia tenutasi online il 21 maggio che il loro team, SeawaveEnergyAlguer, si è  qualificato secondo a livello nazionale e primo in ambito regionale nella categoria ASOC Superiori in lingua inglese. Tale piazzamento ha consentito alla classe di vedersi assegnata anche l’occasione di partecipare a specifiche sessioni dei dialoghi istituzionali online con il Senato della Repubblica “ASOC talk”. Insomma un grande traguardo!
Genitori e insegnanti sono stati orgogliosi di vedere i loro ragazzi coinvolti in un progetto così significativo. Il progetto ha dato l’opportunità agli studenti di crescere non solo dal punto di vista accademico, ma anche come cittadini responsabili e consapevoli, rivelandosi parte attiva della società contribuendo al benessere della loro comunità e dell’Europa nel suo insieme.
Questo è più che un progetto scolastico, è una testimonianza dell’impegno dei giovani verso la cittadinanza attiva e la responsabilità sociale. La 3°B del liceo Enrico Fermi di Alghero rappresenta un esempio brillante di come l’attività scolastica possa trascendere i confini della classe e influenzare positivamente una comunità intera.

 

 


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi