Domenica 14 Luglio, aggiornato alle 11:27

Questa mattina ultimo Consiglio Comunale, Mario Conoci saluta: sono orgoglioso di aver guidato la mia città, sono stati cinque anni difficili

Questa mattina ultimo Consiglio Comunale, Mario Conoci saluta: sono orgoglioso di aver guidato la mia città, sono stati cinque anni difficili

di Mario Conoci

Stamattina ultimo Consiglio Comunale. Anche oggi, come durante tutto il corso del mandato, abbiamo approvato tutti i punti previsti, nel rispetto delle norme e secondo le competenze e le prerogative del Consiglio Comunale, guidato in questa ultima seduta da Tatiana Argiolas. La mia maggioranza, con il contributo dell’opposizione e nel rispetto dei rispettivi ruoli, sino all’ultimo giorno del mandato, dimostra di lavorare senza divisioni con spirito di servizio e senso del dovere nell’interesse della città. Sono grato e orgoglioso di aver guidato, con la mia giunta e il Consiglio Comunale,  la mia Città e questa amministrazione in 5 anni così difficili e sono sicuro che col tempo il lavoro fatto verrà apprezzato sempre di più.  Il nuovo sindaco e la nuova amministrazione, sono certo, troverà una struttura amministrativa efficiente fatta di collaboratori che si impegnano ogni giorno per dare risposte ai cittadini con dedizione e passione.  

Troverà anche tante cose da concludere, altre in fase di avvio e tante programmate. La continuità amministrativa è un valore che deve essere coltivato. Concludo con una nota di amarezza dicendo che si sarebbero potute evitare le polemiche, le divisioni, quando non addirittura gli attacchi personali e rancore, che stanno caratterizzando questa campagna elettorale, semplicemente utilizzando un briciolo rispetto per tutti, di moderazione e di obiettività. Ma tant’è. Ricordo però che amministrare è difficile, ci vuole impegno, umiltà, capacità di unire e di ascolto, rispetto per le differenze. Non è onesto far credere che sia tutto facile e tutto possibile. 

Semplicemente perché non è vero. Non esistono super uomini e ancor meno super sindaci, ma solo sindaci normali che insieme a tante altre persone normali si impegnano, lavorano con passione e determinazione per la comunità, ottengono risultati, sbagliano, vengono criticati, cadono e si rialzano. Io, con questo spirito, ho dato tutto quello che potevo e che era nelle mie capacità dare. Alghero merita questo da chiunque abbia l’onore, unico e ineguagliabile, di rappresentarla. Un grande grazie di cuore a tutti!


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi