Domenica 21 Luglio, aggiornato alle 14:54

Il Sottosegretariodi Stato alla Difesa Isabella Rauti ad Alghero. Marco Tedde le spiega il “caso Alghero”: è un campo slabbrato

Il Sottosegretariodi Stato alla Difesa Isabella Rauti ad Alghero. Marco Tedde le spiega il “caso Alghero”: è un campo slabbrato

Ieri mattina il Sottosegretario  di Sato alla Difesa, la Senatrice di FdI Isabella Rauti, era ad Alghero presso l’hotel Punta Negra in un tour elettorale. La terrazza dell’albergo nei pressi di Fertilia ha ospitato il raduno politico dove hanno partecipato l’onorevole Barbara Polo coordinatrice provinciale, Marco Di Gangi coordinatore locale di Fratelli d’Italia, il candidato sindaco Marco Tedde, il candidato alle prossime elezioni per il rinnovo del parlamento europeo Salvatore Sasso Deidda, la consigliera Regionale Francesca Masala. Presente la capogruppo in Consiglio Comunale Monica Pulina,  l’Assessore al Turismo  Alessandro Cocco e numerosi candidati alle prossime lezioni.

La Vice Ministra si è soffermata soprattutto a ribadire che l’Europa si può cambiare in meglio solo con la presenza della destra che mai come in questa occasione approderà al parlamento di Bruxelles con numeri davvero interessanti. Ha parlato di difesa europea, politica estera europea.  Lo scorcio del suo intervento nell’intervento che rilas. Parola poi al candidato Salvatore Sasso Deidda, candidato nelle liste di FdI.

Lo reputo ( riferito a Marco Tedde) il sindaco di Alghero ha affermato Salvatore Deidda ed è stato scelto dal centrodestra per rappresentarlo in un momento non facile di rinnovamento e ha dimostrato quanto tenga alla sua città, perché oggi fare il sindaco è difficile ed è lui che rappresenta tutto il centro destra. Dove c’è il centro destra  compattato e non ci sono interessi dei singoli partiti, e si lavora uniti, non abbiamo rivali, non esiste l’opposizione e non rappresentano la coalizione, noi rappresentiamo la coalizione unita ed ecco perché sono contento di sostenere Marco Tedde. Si ferma Salvatore Deidda a  parlare dell’aeroporto di Alghero affermando che si deve incominciare a pensare che questo è l’aeroporto del territorio, dell’area vasta, del Nord Sardegna ,  quello che per primo ha collegato la Sardegna con la Gran Bretagna, e merita di essere difeso da tutti. Bisogna collaborare perché questo aeroporto si sviluppi –  ha affermato – ,.

Poi la parola Marco Tedde che si è preso l’onere di spiegare al Vice Ministro alla difesa il caso Alghero, cosa ad Alghero sia successo e stia succedendo. “Devo dire qualcosa –afferma Marco Tedde – perché Isabella sappia delle vicende che stanno avvenendo ad Alghero per quanto riguarda le vicende politiche. Abbiamo una coalizione del centrodestra civico classica, con un programma sul quale abbiamo lavorato in modo congiunto  con tutti i partiti,  per dar delle risposte forti al territorio, ma dall’altra parte c’è una coalizione variopinta, qualcuno l’ha definita minestrone, con ingredienti di vario tipo partendo dalla buona Destra di Filippo Rossi passando attraverso il PD, arrivando a una parte del centrodestra che ci ha abbandonati, che si è spostata con il centro sinistra,  per arrivare poi al Movimento Cinque Stelle.  Quindi una coalizione un po’ variegata, anche bizzarra, sotto certi profili.  Ma quello che a me spaventa non è la composizione di questa coalizione, che è simpatica, ma  è un casino, è un campo slabbrato, e mi preoccupa che cosa potrebbe accadere nell’ipotesi malaugurata in cui loro dovessero vincere, come potrebbero fare a mettere in campo scelte condivise, a mettere davanti agli occhi obiettivi significativi? Come potrebbero fare?  E’ impossibile!- afferma Marco Tedde –  ma gli algheresi penso abbiano capito che siano variopinti confusi e confusionari e non siano in grado di gestire il futuro di questa città. A questo guazzabuglio si è aggiunto il sindaco del centro destra, che ha evidentemente preso le distanze da noi, è entrato di fatto e di diritto nella coalizione variopinta di cui parlavamo, e da quel ponte di comando,  cerca di gestire le sue poche leve che sono poche per fortuna. Un sindaco che ha avuto la sua sanzione durante l’ultima campagna elettorale delle regionale in cui la comunità algherese gli ha dato il ben servito, e  non glielo abbiamo dato noi, glielo ha dato la comunità algherese, tributandogli un risultato veramente demoralizzante.


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi