Domenica 14 Luglio, aggiornato alle 11:27

Karting, il cagliaritano Giorgio Basoli sempre più competitivo in Kz2, sul podio U18 al 2° round del Campionato Italiano

Karting, il cagliaritano Giorgio Basoli sempre più competitivo in Kz2, sul podio U18 al 2° round del Campionato Italiano

La stagione d’esordio nella classe regina del Karting, la Kz2, del pilota cagliaritano Giorgio Basoli continua nel migliore dei modi. Il sedicenne, dopo aver vinto il secondo round della Coppa Italia Zona 9 disputato a Sestu, ha preso parte a due importanti appuntamenti nella Penisola, centrando anche un prezioso terzo posto U18 nella seconda prova del Campionato Italiano Aci Sport, disputata al Kartodromo La Conca di Muro Leccese. E adesso già scalpita in attesa del prossimo appuntamento tricolore, il 21-23 giugno a Val Vibrata.

In Puglia, Giorgio ha completato la qualifica in ventesima posizione, dopo aver
faticato un po’ a adattarsi alle gomme, ma nelle manche di qualificazione ha mostrato segnali incoraggianti, riuscendo anche a raggiungere la decima posizione prima di perdere posizioni a causa di qualche contatto e qualche errore di troppo.

Nella Finale 1, partito 19°, è arrivato 16° ma è scivolato poi in 17^ posizione per una penalità. Il momento della svolta è arrivato nella Finale 2 quando, grazie a un nuovo setup, ha trovato il giusto feeeling che gli ha permesso di portarsi dal 17° al 5° posto e di lottare coi plurititolati piloti di vertice. Dopo aver siglato anche il giro più veloce, Basoli ha però commesso un errore che lo ha fatto scivolare all’ottavo posto assoluto, posizione che gli ha garantito comunque di salire sul terzo gradino del podio U18.
Nel 2° round della Wsk Cup, disputata in precedenza, ma sempre a La Conca,
Giorgio aveva sfruttato le libere per conoscere la pista e ottimizzare il setup del kart sia sull’umido sia sul bagnato, condizione ottimale per il driver cagliaritano.
Concluse le qualifiche un po’ sottotono, Giorgio Basoli aveva avviato una
convincente rimonta nella Finale 1. Dopo essere partito 17° il sedicenne era
arrivato in 10^ posizione, ma la lotta con piloti più esperti e titolati si è interrotta a quattro giri dalla fine, quando la perdita delle viti di fissaggio dell’assale posteriore lo hanno rallentato e fatto scivolare fino al 20° posto. Noie meccaniche che si sono ripetute nella seconda finale, quando a costringerlo al ritiro, dopo appena due giri, era stato il bloccaggio della frizione.
Il commento. “Sono molto soddisfatto del risultato ottenuto, sono stato molto
veloce sia nel Wsk che nella prova del Campionato Italiano. Sono consapevole di dover lavorare tanto, soprattutto sulla gestione gara, in quanto gli avversari sono i migliori piloti a livello europeo”, ha sottolineato Giorgio Basoli. “Un grande ringraziamento a Luca Giacchetto, patron della Jesolo-Technology-Kart, per il pacchetto telai/motori messo a disposizione e per il lavoro svolto su strategie e setup telaio/motori che ci permette di competere per la top 10. Daremo il massimo per confermare la nostra prestazione nella prossima tappa che si terrà dal 21 al 23 giugno presso il circuito di Val Vibrata”.
Ufficio Stampa
Vanna Chessa – Giornalista

 

Si inviano in allegato due foto free press di Giorgio Basoli


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi