Domenica 14 Luglio, aggiornato alle 20:29

Reconnoschimentu de boghe in sardu: su progetu de Sardware e Mozilla pro fàghere prus egualitària s’inteligèntzia artifitziale

Reconnoschimentu de boghe in sardu: su progetu de Sardware e Mozilla pro fàghere prus egualitària s’inteligèntzia artifitziale

Common Voice est su pachete de datos de boghe abertos prus mannu de su mundu, e custu permitit a chie si siat de creare tecnologias de reconnoschimentu de boghe

A pustis de sa presentada de su navigadore Firefox, sa collaboratzione intre Sardware, grupu de ativistas pro sa tecnologia in lìngua sarda, e Mozilla, s’azienda californiana, no s’est firmada. Pròpiu in custas dies, Sardware at presentadu su progetu Common Voice, un’initziativa creada cun sa punna de fatzilitare s’isvilupu de tecnologias de reconnoschimentu de boghe pro totu is lìnguas, fintzas is minorizadas. Common Voice movet dae sa collaboratzione de is utentes, chi donende sa boghe issoro contribuint a creare colletziones de àudios pro allenare motores istatìsticos de reconnoschimentu de boghe. A custu iscopu, serbint medas oras de registratziones de casta diferente in contu de variedade geogràfica, gènere e edade: difatis, prus variadu at a èssere su corpus, prus pretzisos ant a èssere is sistemas de reconnoschimentu de boghe de su benidore.

“Podet èssere fintzas unu giogu ispassiosu pro imparare a sa pitzocalla”, narat Maurizio Piroddi, membru de Sardware e babbu de duos pipios. “Sa filosofia de Mozilla est pròpiu a s’imbesse de sa de is aziendas tecnològicas mannas”, narat Gianfranca Orunesu, membru de Sardware: “difatis, is sistemas atuales de reconnoschimentu de boghe funtzionant isceti pro is lìnguas egemònicas, ma fintzas cussos sunt istados creados faghende un’impreu problemàticu de is datos de is utentes.”

Su funtzionamentu de sa prataforma est simpre meda: pro contribuire, is utentes podent incarcare su ligàmene https://commonvoice.mozilla.org/sc e seberare “chistiona”, si bolent donare sa boghe issoro, o “ascurta”, si bolent agiudare a validare is boghes. Nch’est fintzas sa possibilidade de agiùnghere fràsias iscritas. Si bolent, is utentes podent creare unu contu chi at a permìtere de monitorare su progressu issoro.

Un’esperièntzia binchente in catalanu

Common Voice at giai tentu un’efetu mannu in àteras lìnguas serentes a sa nostra. Su catalanu tenet oe agiumai 4.000 oras de registratziones, su chi dd’at posta che a primu lìngua de Common Voice pro nùmeru de oras. Adrià Martín, membru de Sardware e chircadore in tecnologias pro sa tradutzione, est de su parre chi s’implicatzione de sa sotziedade est fundamentale pro afrontare is isfidas chi is lìnguas minorizadas tenent oe: “Common Voice est istadu adotadu dae su guvernu catalanu: dae ativistas fintzas a su presidente de su guvernu, meda gente at contribuidu donende sa boghe sua, e at incoragiadu a àtere a ddu fàghere. Fintzas iscuadras comente su Bartzellona ant mustradu publitzidade de su progetu durante is partidas in s’istàdiu.”

Imprea su sardu in is dispositivos tuos!

Is istùdios narant chi in custu sèculu ant a isparèssere intre su 50 e su 90% de is idiomas de su mundu. Sardware pensat chi est responsabilidade de ònnia persone de contribuire a sa mantenidura de su sardu, e invitat a evitare sa delegatzione linguìstica. Una sotziedade informada depet èssere implicada in s’impreu de is produtos bortados in sardu. Pro cussu, is ativistas de Sardware pedint a sa sotziedade sarda de si informare in pitzus de is produtos chi sunt a disponimentu in sardu, e de fàghere crèschere sa cussèntzia linguìstica in is resonadas cun sa famìlia e is amistades. Comente narant, su sardu est patrimòniu de totus, e a impreare is produtos chi bortant est unu sacrifìtziu piticu chi podet tènnere un’impatu mannu.

Totu s’inteligèntzia nostra

Sardware tenet progetos meda pro frunire a sa comunidade sarda un’ecosistema de aplicatziones lìberas, èticas, e in sardu. “Tenimus bisòngiu de totu sa nostra inteligèntzia”, narant. Pro custu, incoragiant a totus a donare cuntributos econòmicos (dae su situ https://www.sardware.org/dona/) o aderende a su grupu: “ònnia agiudu at a èssere fundamentale pro sighire a mantènnere su sardu bivu in s’àmbitu digitale”!

Riconoscimento vocale in sardo: il progetto di Sardware e Mozilla per rendere più egualitaria l’intelligenza artificiale

Common Voice è il database vocale aperto più grande al mondo, e ciò permette a chiunque di creare tecnologie di riconoscimento vocale

A seguito della presentazione del navigatore Firefox, la collaborazione tra Sardware, gruppo di attivisti per la tecnologia in lingua sarda, e Mozilla, l’azienda californiana, non si è fermata. Proprio in questi giorni, Sardware ha presentato il progetto Common Voice, un’iniziativa creata con l’obiettivo di facilitare lo sviluppo di tecnologie di riconoscimento vocale per tutte le lingue, comprese quelle minorizzate.  Common Voice si basa sulla collaborazione delle e degli utenti che, offrendo la propria voce, contribuiscono a creare corpora di audio per addestrare motori statistici di riconoscimento vocale. A questo scopo servono molte ore di registrazioni di composizione diversa in termini di varietà geografica, genere ed età: infatti, più vario sarà il corpus, più precisi saranno i sistemi di riconoscimento vocale del futuro.

 

“Può essere anche un gioco divertente da insegnare ai più piccoli”, dice Maurizio Piroddi, membro di Sardware e padre di due bambini. “La filosofia di Mozilla è proprio opposta a quella delle grandi aziende tecnologiche, sostiene Gianfranca Orunesu, membro di Sardware: “infatti, gli attuali sistemi di riconoscimento vocale funzionano soltanto per le lingue egemoniche, ma anche quelli sono stati creati con un utilizzo problematico dei dati degli utenti”.

 

Il funzionamento della piattaforma è molto semplice: per contribuire, le/gli utenti possono cliccare sul collegamento  https://commonvoice.mozilla.org/sc e scegliere “chistiona”, se vogliono offrire la propria voce, o “ascurta”, se vogliono aiutare a validare le voci. C’è anche la possibilità di aggiungere frasi scritte. Volendo, ci si può creare un account che permetterà di monitorare i progressi.

Un’esperienza vincente in catalano

Common Voice ha già avuto un grande effetto in altre lingue vicine alla nostra. Il catalano a oggi ha circa 4.000 ore di registrazione, il che lo rende la prima lingua di Common Voice per numero di ore. Adrià Martín, membro di Sardware e ricercatore in tecnologie per la traduzione, è del parere che il coinvolgimento della società è fondamentale per affrontare le sfide odierne delle lingue minorizzate: “Common Voice è stato adottato dal governo catalano: dagli attivisti al presidente del governo, molta gente ha contribuito offrendo la propria voce e incoraggiando altri a fare lo stesso. Anche squadre come il Barcellona hanno pubblicizzato il progetto durante le partite allo stadio”.

Usa il sardo nei tuoi dispositivi!

Gli studi sostengono che in questo secolo scomparirà tra il 50 e il 90% delle lingue del mondo. Sardware pensa che ogni persona abbia la responsabilità di contribuire a mantenere il sardo in vita e, per questo, invita chiunque a evitare la delegazione linguistica. Una società informata deve essere coinvolta nell’utilizzo dei prodotti tradotti in sardo. Perciò Sardware incoraggia la comunità sarda a tenersi informata sugli strumenti che ha a disposizione e ricorda l’importanza di far crescere la coscienza linguistica nelle discussioni con la famiglia e tra le amicizie. Come affermato, il sardo è patrimonio di chiunque e l’utilizzo delle tecnologie per la traduzione è un piccolo sacrificio che può avere un grande impatto.

Tutta la nostra intelligenza

Sono diversi i progetti di Sardware per fornire alla comunità sarda un ecosistema di applicazioni libere, etiche e in sardo.” Abbiamo bisogno di tutta la nostra intelligenza”, sostengono. Per questo Sardware incoraggia a fare delle donazioni (visita il sito https://www.sardware.org/dona/) o a aderire al gruppo: “Ogni aiuto sarà fondamentale per continuare a mantenere vivo il sardo in ambito digitale”!


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi