Mercoledì 19 Giugno, aggiornato alle 18:16

Alghero: mai più in questo stato di degrado! Attacco di Patto per Alghero verso l’Assessore a “mezzo servizio”

Alghero: mai più in questo stato di degrado! Attacco di Patto per Alghero verso l’Assessore a “mezzo servizio”

In allegato nota stampa dei candidati consiglieri di Patto per Alghero Magrini e Cossu su decoro e pulizia, dove si legge:

Non si era mai vista Alghero in questo stato di degrado. La città, all’avvio della stagione turistica, è sporca e trascurata. Le spiagge non sono pulite, le strade non vengono spazzate, i cestini non vengono svuotati e interi quartieri sono dimenticati. Esattamente l’opposto del modello che Patto per Alghero vuole per la città.

Purtroppo l’assessore competente, durante il suo mandato che finalmente si sta concludendo, si è limitato a fare comunicati stampa di annunci di azioni mai concretizzate, e troppo spesso ha scaricato la colpa sui cittadini, definendoli “incivili”. Ovvio che i residenti debbano collaborare, ma è inaccettabile che l’assessore non si sia mai assunto le proprie responsabilità. Se la città è sporca, non è certo colpa degli algheresi, ma occorrono soluzioni concrete. Di certo sarà ricordato per le casette dei gatti, anche perché ha monopolizzato la stampa e i social per mesi. Un pò poco.
L’ordinario che diventa straordinario, la montagna che partorisce un ridicolo topolino.A 5 anni dall’insediamento è questo il risultato di chi ha creduto di poter dirigere un assessorato così importante, quello dell’Ambiente, in regime di part-time. Se avesse mostrato più rispetto per la città che lo ha accolto, non avrebbe dovuto accettare un incarico così delicato a mezzo servizio.
Ma evidentemente era più interessato a mettersi in evidenza.Ora siamo al momento del conto, che pagano gli algheresi. L’elenco è lungo, e tra le spiagge sporche e le strade luride, ci sono anche i famigerati aspiratori Glutton, pagati con i soldi dei cittadini e affidati in comodato d’uso alla società che ha in appalto il servizio di igiene urbana.
I selfie e i comunicati stampa non sono mancati, peccato che gli aspiratori non sono mai entrati in funzione. Saremmo curiosi di sapere perché.Di una cosa siamo certi: nonostante l’assessore in questione stia tentando il riciclo, al pari di un rifiuto differenziato, Alghero non dovrà mai più trovarsi in questo stato” chiude la nota dei candidati consiglieri Magrini e Cossu.

Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi