Giovedì 20 Giugno, aggiornato alle 14:25

“Il futuro di Alghero come priorità”

“Il futuro di Alghero come priorità”

Messaggio elettorale

“La politica algherese ha perso per molto tempo la sua finalità che doveva risiedere nel bene di Alghero. Un bene che poteva passare attraverso differenti visioni politiche e progetti  ma così non è stato. Tutto veniva subordinato ai personalismi di pochi esponenti i quali hanno tenuto per troppo tempo in scacco la città.

La prima cosa che bisogna fare per recuperare la credibilità della Politica è essere sinceri con l’elettorato. Ammettere quando e cosa si è sbagliato.

Uscire dal clima del tifo, della barricata, del colpa tua merito mio è necessario per far riprendere a questa Città il cammino che è stato interrotto.

Alghero merita che le migliori energie a disposizione siano spese nel territorio. Gli Algheresi non devono essere obbligati a cercare altrove il proprio destino perché la loro città è divenuta incapace di darglielo.

Il diritto alla casa deve essere priorità per ridare ad Alghero la funzione abitativa che ha sempre avuto. Il suo futuro non può essere quello di un immenso residence per le vacanze.

Durante questa campagna elettorale i bisogni del cittadino medio devono avere la priorità su qualsiasi altro frangente.

Lavoro, la casa, il sostegno alla famiglia e il diritto alla salute sono le missioni che una Politica locale seria dovrebbe perseguire, sia per competenze dirette che per la necessaria rappresentanza presso le istituzioni sovraordinate.

Per quanto mi riguarda questo è ciò che considero importante per il destino della nostra Città.

La perdita di questi obiettivi ha portato Alghero a diventare allo stesso tempo un paradiso ed un inferno per la mia generazione. Il blocco completo della mobilità sociale nel territorio determina che il futuro di un ragazzo dipenda quasi totalmente dalle finanze della famiglia d’origine.

Questo è inaccettabile.

Ancora una volta ci troviamo innanzi alle solite manovre politiche degli eterni, inamovibili e incomprensibili personaggi, che sono lontani anni luce dai bisogni della gente.

Noi Algheresi abbiamo il dovere di mandare a casa questa gente che popola entrambi gli schieramenti politici alternativamente alla propria convenienza.

Da anni mi batto per questo obiettivo, spesso attirandomi le critiche e gli insulti di chi cerco di tutelare, quasi come se alcuni abbiano piacere di essere ostaggi di questa degenerazione politica.

Arrendersi equivale ad essere complici di chi ha distrutto ciò che avremmo dovuto avere“. Dott. Giovanni Baldassarre Spano, candidato consigliere comunale per la lista Prima Alghero.


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi