Domenica 14 Luglio, aggiornato alle 20:57

Giuseppe Mascia apre il cantiere per “La città che cambia”: via alla campagna elettorale con Todde e Comandini

Giuseppe Mascia apre il cantiere per “La città che cambia”: via alla campagna elettorale con Todde e Comandini

Giuseppe Mascia apre il cantiere per “La città che cambia”: via alla campagna elettorale con Todde e Comandini
La città che cambia parte dal Teatro Verdi di Sassari. Giovedì 16 maggio alle 19 lo storico teatro di via Politeama ospiterà l’evento di apertura della campagna elettorale di Giuseppe Mascia, candidato sindaco di Sassari per il campo largo.
Il confronto con la città, le istituzioni, le associazioni e con tutto il territorio è già partito. Le ultime settimane hanno rappresentato per Giuseppe Mascia e per la coalizione la naturale prosecuzione di un lavoro che va avanti da tempo per immaginare e disegnare la Sassari del futuro assieme agli attori sociali, economici e culturali del territorio metropolitano.
Quella di giovedì sarà l’occasione per presentare il programma elaborato dai partiti, dai movimenti e dalle associazioni civiche che compongono l’alleanza, fatto proprio da Giuseppe Mascia al momento di accettare la candidatura proposta dalle sette liste che lo sostengono.
Assieme a Mascia e agli esponenti locali della coalizione, ci sarà anche Alessandra Todde. La presidente della Sardegna, che proprio dal Teatro Verdi aveva iniziato il percorso che l’ha portata lo scorso 25 febbraio alla vittoria delle elezioni regionali, sarà a Sassari per testimoniare la piena sintonia con il progetto La città che cambia e con il candidato sindaco di un campo largo fortemente determinato, in Regione come a Palazzo Ducale, a favorire il ricambio della classe dirigente nell’isola e nel nord ovest Sardegna.
A certificare la solida unità di intenti con l’attuale amministrazione regionale, parteciperà all’iniziativa di lancio della campagna elettorale anche il presidente del consiglio regionale, Piero Comandini. Oltre a Todde e Comandini, è prevista poi la presenza di esponenti del territorio nella giunta e nella maggioranza che da alcuni mesi governa l’isola. Previste anche le testimonianze di alcuni rappresentanti della società civile


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi