Giovedì 20 Giugno, aggiornato alle 14:25

Le proposte per la città di Pirisi e Desogos (PD) su decoro, salute e casa

Le proposte per la città di Pirisi e Desogos (PD) su decoro, salute e casa

“Mentre si continua la strategia dello scarica barile, ci preme invece parlare di fatti, temi concreti e di contenuti.
Contenuti che pressoché ciascun cittadino del territorio di Alghero si aspetta dalla buona politica.
Che Alghero sia arenata sulle secche dell’immobilismo è un dato di fatto, incompiute e dissesti sono sotto gli occhi di tutti.
Proviamo, ad indicare azioni e percorsi per disincagliare Alghero e il suo territorio.
Iniziamo con decoro, salute e casa.
Siamo decisamente convinti che non si possa prescindere dal fare tutti i passi necessari per dare a tutto il territorio comunale, città, periferia e borgate il decoro e le manutenzioni che meritano.
Istituire una specifica delega assessoriale per manutenzioni e decoro dell’intero territorio sarebbe, a nostro avviso, il primo passo da fare.
Prevedere nel bilancio una quota percentuale degli introiti della tassa di soggiorno da destinare ad ogni quartiere/borgata in termini di servizi e decoro è per noi il secondo passo.
L’altra Alghero alla quale siamo certi tutti gli algheresi e non solo, aspirano, è l’Alghero in salute, da concretizzare intraprendendo tutte quelle azioni e interlocuzioni con il governo regionale per il potenziamento e recupero delle due strutture ospedaliere del Civile e del Marino, con l’immediata riapertura del punto nascite. Potenziamento che dovrà riguardare anche l’organico di medici ospedalieri, medici di base, infermieri e ausiliari.
Non più rimandabili sono inoltre gli adeguamenti, del centro salute mentale, dei centri sanitari locali, alle esigenze degli abitanti di Alghero, dei comuni vicini e delle presenze turistiche nel periodo estivo.
L’insieme di azioni per un Alghero in salute devono comprendere anche la costruzione del nuovo ospedale in zona Taulera.
Parallelamente al decoro e alla salute è indispensabile pensare alle politiche dell’abitare.
Si dovrebbe elaborare un piano casa straordinario comprendente le varie tipologie di edilizia, abitativa e produttiva: edilizia sociale, in cooperativa, in auto costruzione, alberghiera e edilizia a supporto della multifunzionalità in agricoltura.
L’impegno per tutti i futuri amministratori dovrà essere la predisposizione e l’approvazione di quei tre strumenti di programmazione finora non approvati da nessuna amministrazione, la cui non approvazione ha contribuito in gran parte a far arenare Alghero in quelle secche precedentemente dette.
Stiamo parlando di PUC, PUL e PIANO DEL PARCO.” Tonina Desogos e Mimmo Pirisi – Candidati alle elezioni comunali dell’8 e 9 giugno 2024 nellalista del Partito Democratico a sostegno di Raimondo Cacciotto Sindaco


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi