Lunedì 17 Giugno, aggiornato alle 12:44

VIDEO – Una unica lista fra M5S e Progressisti, Desirè Manca e Gianfranco Satta insieme: E’ un patto sugellato 5 anni fa in Regione, si tenta di strappare Alghero alla destra

VIDEO – Una unica lista fra M5S e Progressisti, Desirè Manca e Gianfranco Satta insieme: E’ un patto sugellato 5 anni fa in Regione, si tenta di strappare Alghero alla destra

Desirè Manca, Assessora al lavoro, Gianfranco Satta, Assessore all’agricoltura della Regione Sardegna, stamattina erano ad Alghero, nella sala del Polisoccorso per spiegare le ragioni che hanno portato il Movimento Cinque Stelle e i Progressisti a unirsi in un’unica lista ed ad aderire al progetto del campo larghissimo, dove ad Alghero c’è una grande alleanza, che partendo dalla sinistra e dai movimenti più radicali, arriva a  coinvolgere un pezzo dell’attuale maggioranza al governo della città, i cosiddetti Centristi. Lo spiega Desirè Manca e altrettanto fa Gianfranco Satta ed emerge che è un progetto che mira soprattutto a interrompere l’egemonia della destra ad Alghero.

“Il patto è stato suggellato cinque anni fa in regione, quando abbiamo iniziato a lavorare tutti insieme sui programmi – ha affermato Desirè Manca –  quindi noi teniamo sempre a mente che l’obiettivo che dobbiamo raggiungere è quello di seguire un programma per dare dignità anche ad Alghero, che storicamente è stata sempre di destra,  noi tentiamo e spero di riuscire a farcela, di portare questa città dalla parte del popolo. la fusione non è una sconfitta – afferma. Quando ci si fonde – afferma l’Asessora –  si guadagna sempre, quando ci si mette insieme e ci si rafforza e soprattutto se abbiamo più forza nel proseguimento degli obiettivi.

Alghero diventa un laboratorio? chiediamo: No, risponde,  Alghero non è un laboratorio politico, Alghero non è un esperimento, Alghero è una bella sfida che noi cogliamo, perché bisogna portare avanti quel progetto che noi abbiamo iniziato cinque anni fa in consiglio regionale,  che è quello di ridare dignità ai sardi quindi ci proviamo anche ad Alghero.

Gianfranco Satta è sulla stessa riga, e afferma: é la chiusura di un naturale percorso che ci ha visti con i Cinque Stelle collaborare prima in regione e  nella città di Sassari e oggi ad Alghero. È la conclusione quindi di quel percorso di compagni e compagne che sono stati assieme che hanno condiviso percorsi anche politici, che oggi si vedono uniti per cercare di cambiare il governo di questa città e far diventare di nuovo Alghero la porta d’ingresso del turismo e dell’ agro alimentare, lo dico da Assessore, perchè Alghero può essere utilizzata come una vetrina per il mondo esterno.

L’intervista che vi proponiamo contiene anche gli interventi di Graziano Porcu  e di Giusy Piccone,con la chiusura di Raimondo Cacciotto che ormai si è calato nel ruolo di candidato a Sindaco e non perde occasione per cominciare  parlare di programmi per Alghero, e uno di questi, che vede al centro di una proposta i Terreni di Surigheddu, ha incassato l’annuimento pubblico dell’Assessore all’Agricoltura, lasciando intendere che forse per Surigheddu si apre una nuova prospettiva.


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi