Mercoledì 19 Giugno, aggiornato alle 18:16

“Domus de Janas” ad Alghero il 9 maggio al Cinema

“Domus de Janas” ad Alghero il  9 maggio al Cinema

Giovedì 9 maggio, alle ore 20.00,  la Società Umanitaria e il Cinema Miramare di Alghero presentano il film “DOMUS DE JANAS” (la casa delle fate),  documentario scritto e diretto da Myriam Raccah e distribuito da Own Air, che propone una reinterpretazione contemporanea della magia arcaica e delle leggende dimenticate della Sardegna rurale. Il film, opera intima per concezione, ma corale per realizzazione, approda nella città catalana dopo una lunga tournée italiana alla presenza della regista, ospite della serata. Un raffinato e coinvolgente lavoro di ricerca e immagini, teso a valorizzare l’anima più nascosta e vera di un territorio che ha saputo proteggere la propria essenza e le proprie tradizioni e che, oggi, ambisce a essere riconosciuto tra i patrimoni mondiali UNESCO.

Il film ci porta nel territorio di Oliena, alle pendici del Monte Corrasi, dove i campi sono tormentati dalla siccità e le leggende locali sembrano essere scomparse dalla memoria delle persone. «Eppure, più trascorrevo del tempo in compagnia dei suoi abitanti, più mi sembrava che lo spirito profondo di quelle storie aleggiasse ovunque». Così Myriam Raccah si mette alla ricerca delle antiche leggende, che vengono potentemente evocate dalle musiche, dalle distese di ulivi e dai fuochi di San Giovanni. Le anziane signore pregano, i giovani si esercitano nei canti tradizionali, una pittrice dipinge un murale in cui è raffigurato un portale che collega a un mondo magico. Un pastore, sul monte avvolto dal fumo, viene attirato tra le rovine delle Domus de Janas, quelle tombe preistoriche scavate nella roccia che, secondo la credenza popolare, sarebbero state abitate da piccole fate legate alla natura e alla magia. Il pastore combatte contro il fuoco ma solo la tempesta potrà calmare le fiamme.

La regista è una documentarista franco-italiana. Si è diplomata a Bruxelles in regia all’INSAS e in “Narrazione speculativa” all’Erg Saint-Luc. Ha lavorato come regista, montatrice, sound designer e direttrice di produzione. Dal 2015 è membro dell’ARG (Animation Research Group), collettivo internazionale di ricerca artistica intorno alle pratiche dell’animazione, con il quale ha esposto al BOZAR, all’Erg Galerie di Bruxelles e all’Espace Khiasma (Parigi).

Domus de Janas, suo primo lungometraggio, è una co-produzione italo-belga tra Own Air srl e Atelier Graphoui, con il sostegno del Centre du Cinéma et de l’Audiovisuel della Federazione Vallonia – Bruxelles, del CBA e GSARA nonché del Ministero della Cultura, della Regione Autonoma della Sardegna e della Fondazione Sardegna Film Commission.

Ha partecipato: al Festival Visions du Réel 2023 (Svizzera,  IsReal Festival 2023 (Italia) Film festival della Lessinia 2023 (Italia),  BAFF -Brussels Art Film Festival 2023 (Belgio,) Ann Arbor Film Festival 2024 (USA), Bolzano Film Festival Bozen 2024 (Italia), Trento Film Festival 2024 (Italia).

Premi: BAFF -Brussels Art Film Festival 2023 (Belgio) Art Film Prize (Premio della giuria) e Premio del pubblico Ann Arbor Film Festival 2024 (USA) Premio miglior film documentario

Scheda: Documentario 69’ Regia: Myriam Raccah Fotografia: Federica Ortu Suono in presa diretta: Beatrice Mele, Aïda Merghoub et Thomas Ferrando Montaggio video: Lucrezia Lippi Montaggio suono: Maxime Thomas Mix: Thomas Ferrando Colorgrading: Miléna Trivier Musiche: Alek Hidell Produttori: Ellen Meiresonne e Lorenzo Borrelli.


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi