Domenica 14 Luglio, aggiornato alle 20:57

Marco Tedde e Raimondo Cacciotto per la prima volta si confrontano, un assaggio di quella che sarà la campagna elettorale

Marco Tedde e Raimondo Cacciotto per la prima volta si confrontano, un assaggio di quella che sarà la campagna elettorale

Tanta, tantissima politica in passerella alla sagra della fragola di Sa Segada. Due Assessori regionali, il Sindaco in carica, poi tanti Consiglieri Comunali, ma soprattutto si è notata la presenza nella borgata del candidato del centrodestra ad Alghero Marco Tedde e del suo avversario in pectore Raimondo Cacciotto, candidato per il Campo Largo.
È la prima occasione dove i due uomini politici sono in mezzo alla gente, con loro messaggi subliminali senza dubbio alcuno e le tantissime strette di mano. Marco Tedde e Raimondo Cacciotto hanno molto seguito e la loro capacità di comunicare si evidenzia a più riprese. Sorrisi e strette di mano fra i due, nell’anticipo di quella che sarà una campagna elettorale davvero complicata e senza esclusione di colpi. Tedde impersonifica la maturità e l’esperienza, Cacciotto il nuovo che avanza, quella ventata di gioventù da più parti auspicata. Due uomini che si assomigliano per modi e loquacità, ma che sono distanti nel loro modo di intendere la politica e soprattutto su come trasmettere certi valori fondanti. Tedde di Forza Italia, liberale, liberista, convinto che lo statalismo deve cedere il posto all’intrapresa del privato, europeista convinto e Cacciotto, Allenza Verdi Sinistra, a forte impronta cattolica, progressista, con occhio vigile all’ambiente.
Per noi una grossa occasione per cercare di dialogare con i due esponenti politici proprio all’interno dello spazio stampa creato dal comitato organizzatore a Sa Segada. Marco Tedde e Raimondo Cacciotto rispondono senza tribolare alle domande che poniamo.
Marco Tedde parla della differenza sostanziale che c’è fra il suo campo di appartenenza nel centro destra e dell’opportunità che la città può avere di avere un filo diretto con il governo nazionale. Raimondo Cacciotto mette sullo stesso piano il filo che lega Alghero con la regione Sardegna governata proprio da un’esponente del campo largo.

Si tocca persino il ragionamento che riguarda l’allargamento dei perimetri delle due squadre. Marco Tedde precisa che ci sono delle forze politiche che di fatto sono organiche al centrodestra sardo e algherese, lasciando intendere che le interlocuzioni attuali che avvengono con il cosiddetto Polo Centrista di Alghero sono fisiologici perché si tratta di forze politiche organiche al centrodestra.
Lo stesso Raimondo Cacciotto nel rispondere in merito alle crepe manifestate nei giorni scorsi con la presa di distanza da parte del movimento cinque stelle più i progressisti, precisa che ci sono anche nel suo perimetro politico delle interlocuzioni che fanno intravedere il sereno.
La presenza dell’esponente ed assessora regionale Desirèe Manca, si legge proprio in quest’ottica e non a caso anche l’altro assessore, Gianfranco Satta, espressione di punta dei progressisti, ha lasciato intendere che la crepa evidenziata nei giorni scorsi potrebbe ricomporsi.

Di seguito l’intervista

 


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi