Martedì 28 Maggio, aggiornato alle 22:26

Monica Chessa: non lasciamo scrivere il futuro di Alghero solo agli uomini

Monica Chessa: non lasciamo scrivere il futuro di Alghero solo agli uomini

Più donne in politica, più libertà e buon senso nelle scelte condivise.
Non possiamo lasciar scrivere il futuro della città soltanto agli uomini, noi donne dobbiamo
essere più presenti responsabilmente, candidandoci al loro fianco per portare la nostra voce
all’interno dell’assemblea comunale. In questi anni si sono fatti molti passi avanti in termini di
parità di genere anche in politica, ma non è sufficiente scrivere regole nuove se non germoglia
dentro ognuna di noi la consapevolezza di essere indispensabili nelle scelte vitali per la città.
Dobbiamo essere più convinte nel presentarci agli altri con la nostra candidatura in mano e non
aver timore di chiedere il sostegno, non esistono ruoli importanti solo per gli uomini, noi siamo
essenziali e per questo dobbiamo farci valere, mettendoci sullo stesso piano per raggiungere
obiettivi comuni, la nostra città ha bisogno anche della visione di un orizzonte al femminile e
non dobbiamo aver timore di dirlo, servono più donne, così come in famiglia anche
l’amministrazione va gestita allo stesso modo dove ognuno aggiunge il proprio apporto. Le cose
ormai non funzionano più come in passato e questo si percepisce da una sofferenza di fondo
che ristagna nei ruoli istituzionali, c’è necessità di un rilancio, anche generazionale, mancano
i giovani e questo rappresenta il peggior sintomo di un decadimento che deve essere fermato
con un cambio di passo e di direzione puntata alla rinascita. Si usa molto questo termine,
rinascita, succede dopo periodi di grande disagio popolare, dovuto ad eventi anche straordinari
come la pandemia che ci ha stravolti in questi recenti trascorsi, ma viene anche speso quando
si esprime il desiderio di cambiamento verso qualcosa di meglio, di più nuovo e di autentico.
Con questo messaggio vogliamo stimolare gli entusiasmi di tutte quelle donne che vorrebbero
partecipare alla vita politica e non lo fanno perché intimorite o frenate da un retaggio che deve
essere superato; quindi, usciamo e corriamo in avanti perché c’è bisogno di noi, la storia lo
chiede. Augurandoci una partecipazione attiva e numerosa di tutti quelli che sentono il dovere
di servizio verso la cosa pubblica affinché possa essere amministrata in maniera nuova e più
condivisa, auspichiamo che le donne ci siano molte e orgogliose di lottare a fianco agli uomini
per i diritti comuni della cittadinanza.
Alghero 21/04/2024 La Responsabile Regionale
Dott.ssa Monica Chessa


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi