Domenica 14 Luglio, aggiornato alle 20:57

Il Sindaco Mario Conoci spiega le ragioni della revoca dell’incarico ad Andrea Delogu: chiunque al mio posto avrebbe assunto il medesimo atto

Il Sindaco Mario Conoci spiega le ragioni della revoca dell’incarico ad Andrea Delogu: chiunque al mio posto avrebbe assunto il medesimo atto

Di seguito una nota stampa del Sindaco Mario Conoci che ritorna sulla decisione, adottata poche ore fa, di revocare il CdA ( rimanente) della Fondazione Alghero, ovvero il Presidente Andrea Delogu e la Consigliera Sara Govoni, con un provvedimento che a molti osservatori delle vicende politiche locali, è parso davvero devastante per contenuti e puntualizzzioni che contengono profili di illegalità, evidenziati dal Sindaco, dopo quasi un lustro dalla nomina.(LEGGI).  Evidenziando il ruolo delle osservazioni mosse dall’Assessore competente,  nel mentre ad Alghero si vivono ore febbrili nel versante politico a dir poco elettrico. Il Sindaco prova a fugare i dubbi, spiega i motivi di tale decisione tutta amministrativa. Si legge :
La decisione di revocare dal proprio incarico il presidente della Fondazione Alghero ha un carattere esclusivamente amministrativo tutto contenuto nel decreto di revoca.
Ritengo necessario fare questa precisazione per il delicato momento che si sta attraversando chedalla decisione.
Tuttavia l’emergere di situazioni, rilevate in sede di Comitato di Governance, evidenziate dall’assessore competente e dalle dimissioni di un membro del cda ma soprattutto dall’analisi di atti della fondazione, hanno reso non differibile o evitabile l’assunzione di una decisione che mettesse al sicuro l’attività della fondazione e consentisse di fare chiarezza sulle procedure di gestione adottate, anche rispetto alle norme di riferimento e ai pronunciamenti dell’ANAC.
Non sarebbe stato possibile, giustamente, condizionare una decisione sulla legittimità amministrativa del ruolo e degli atti assunti della guida di vertice della fondazione a considerazioni basate sulle opportunità politiche del momento.
Prima di tutto deve essere garantita, senza ombra di dubbio, la correttezza nell’amministrazione della cosa pubblica, e lo si deve fare in qualunque momento risulti di doverlo fare.
Questa attività non vuol dire emettere decisioni definitive sull’amministrazione della fondazione, ma piuttosto esercitare quella condotta prudenziale, cui ogni amministratore è tenuto, rispetto a molteplici e coincidenti evidenze, che sono oggetto e saranno oggetto di verifiche ancora più approfondite da parte degli organi preposti dell’amministrazione, che pongono dubbi consistenti sui ruoli effettivamente esercitati e sulla correttezza degli atti assunti.
Il rapporto di fiducia che deve intercorrere fra l’amministrazione comunale e le sue partecipate è uno dei cardini su cui poggia l’attività di chi è stato nominato per l’amministrazione delle stesse, ragion per cui il venir meno di questo rapporto fiduciario, causato ad esempio da scarsa collaborazione o da attività sollecitate e non realizzate, non può che portare alla conclusione del rapporto.
Sono convinto che chiunque al mio posto avrebbe assunto il medesimo atto in qualunque momento fosse stato posto difronte alle situazioni che sono emerse rispetto alla conduzione della fondazione.
Naturalmente nessuna conseguenza subirà l’attività della Fondazione Alghero che continua e continuerà a svolgere il proprio ruolo adempiendo i propri compiti istituzionali e seguendo la programmazione annunciata, sempre sotto il controllo e gli indirizzi dell’amministrazione comunale. Tuttavia oggi si rende necessario, appunto, fare chiarezza sulle modalità amministrative adottate in modo i tale da rafforzare l’attività di fondazione piuttosto che esporla a rischi che potrebbero avere effetti negativi”.
Firmato Il Sindaco di Alghero Mario Conoci


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi