Domenica 14 Luglio, aggiornato alle 20:57

Legambiente, Eco Volontari Sassari e Assessorato all’Ambiente del Comune di Sassari presenta “Canopoleno Green”

Legambiente, Eco Volontari Sassari e Assessorato all’Ambiente del Comune di Sassari presenta  “Canopoleno Green”

Legambiente, Eco Volontari Sassari e Assessorato all’Ambiente del Comune di Sassari  presenta “Canopoleno Green”:  sostenibilità, sensibilità ambientale, rispetto per l’ambiente e condivisione Domani, giovedì 18 aprile, presso l’Istituto scolastico di via Luna e Sole a partire dalle ore 14.30 e sino alle ore 17

Appuntamento a domani, giovedì 18 aprile negli spazi del Convitto Nazionale Canopoleno di Sassari, a partire dalle ore 14.30 e sino massimo alle ore 17. Tutti gli operatori dell’informazione interessati sono cordialmente invitati a partecipare.

Appuntamento fissato con la responsabilità e la sostenibilità, con la sensibilità ed il rispetto. Protagonista sarà l’ambiente. Protagonisti saranno i giovani studenti e studentesse della scuola primaria e secondaria di primo grado dell’istituto che dal 2018 con la sua equipe educativa porta avanti un progetto di sostenibilità ambientale sviluppato attraverso iniziative annuali che confluiscono poi in una manifestazione finale, “Canopoleno Green” appunto. Lungo il suo percorso l’equipe è supportata da partner come Legambiente ed Eco volontari di Sassari e Assessorato all’Ambiente del Comune di Sassari. Il tema 2024 risponde appieno agli obiettivi della agenda 2030 e nello specifico all’obiettivo 14: “Conservare e utilizzare in modo durevole gli oceani, i mari e le risorse marine per uno sviluppo sostenibile“.

Il Canopoleno crede fermamente che il parlare ai bambini e alle bambine di sostenibilità, di pesca illegale a salvaguardia delle aree marine protette con strumenti didattici e strategie educative alternative sia chiave utile al prevenire e ridurre in modo significativo ogni forma di inquinamento marino, in particolar modo quello derivante da attività esercitate sulla terraferma. “Scopo dell’istituto in questa azione, è sensibilizzare bambini e famiglie al rispetto dell’ambiente comune e della salute del prossimo – sottolinea il rettore del Canopoleno, Stefano Manca – attraverso un percorso verticale di sensibilizzazione che parte dalla scuola primaria, condiviso alla secondaria di primo grado e dai licei attraverso laboratori e attività didattiche ed educative. Obiettivo che puntualmente riusciamo a raggiungere grazie al contributo di tutti“.

Primi attori sulla scena i ragazzi e le ragazze della 2B (scuola secondaria di secondo grado), impegnati in un reading teatrale incentrato sul romanzo di Franco Solinas dal titolo “Squarcio”, mentre i più piccoli si divertiranno tra giochi, canzoni e filastrocche.


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi