Giovedì 25 Luglio, aggiornato alle 13:57

La Polizia di Stato arresta un uomo indiziato della commissione di due rapine a mano armata

La Polizia di Stato arresta un uomo indiziato della commissione di due rapine a mano armata

Nel rispetto dei diritti della persona indagata e della presunzione di innocenza, per quanto risulta allo stato, salvo ulteriori approfondimenti e in attesa del giudizio, si comunica quanto segue.

Il giorno 09 aprile u.s., personale della Squadra Mobile della Questura di Sassari ha proceduto al fermo di P.G. nei confronti di un uomo gravemente indiziato della commissione di due rapine a mano armata perpetrate in questo capoluogo.

Nello specifico, il giorno 08 aprile la Centrale Operativa della Questura riceveva una richiesta di intervento da parte della titolare di un’edicola cittadina, la quale riferiva di essere stata appena rapinata dell’incasso da un soggetto armato di pistola.

Giunti immediatamente sul posto, gli uomini della Mobile provvedevano a sentire la vittima al fine di ricostruire la vicenda e di ottenere una descrizione del reo. Inoltre, espletavano tutti i primi accertamenti di rito tra i quali l’acquisizione delle registrazioni degli impianti di videosorveglianza della zona. Le attività così condotte hanno fin da subito permesso agli operatori di risalire all’identikit del rapinatore e ad ipotizzare il tipo di vettura utilizzata dallo stesso per allontanarsi dal luogo dei fatti.

Venivano dunque immediatamente avviate le ricerche dell’uomo il quale, armato di coltello e prima di essere rintracciato dalla Polizia, a distanza di poco tempo perpetrava una seconda rapina in un negozio di generi alimentari.

Giunti sul posto, dopo aver sentito la vittima, gli operatori della Squadra Mobile individuavano nelle immediate vicinanze dell’esercizio commerciale una vettura sospetta, verosimilmente corrispondente a quella utilizzata per la prima rapina. Dunque, procedevano al fermo ed alla perquisizione del mezzo, rinvenendo al suo interno, occultati, un giubbotto ed un coltello corrispondente a quelli utilizzati dal malfattore.

Sentito in merito, l’autista del mezzo riferiva che quanto rinvenuto dagli Agenti fosse di proprietà del figlio, noto a questi uffici per i suoi precedenti, anche in materia di stupefacenti.

Stante quanto sopra, dopo aver sequestrato quanto rinvenuto nella vettura, gli operatori effettuavano le ricerche dell’uomo il quale veniva successivamente rintracciato e fermato in questo centro cittadino. Accompagnato in Questura per gli adempimenti di rito, lo stesso tentava la fuga spintonando un operatore, il quale tuttavia riusciva a contenerlo ed impedire che si allontanasse.

Considerata la gravità dei fatti ed il pericolo di fuga, il personale della Squadra Mobile intervenuto ha proceduto al fermo di P.G. nei confronti dell’uomo, il quale è stato successivamente tradotto presso la locale Casa Circondariale a disposizione dell’A.G.


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi