Domenica 14 Luglio, aggiornato alle 20:29

Pericolo bando per la Grotta di Nettuno, Mario Conoci scrive alla Regione: “non può essere trattata come una qualsiasi concessione demaniale”

Pericolo bando per la Grotta di Nettuno, Mario Conoci scrive alla Regione: “non può essere trattata come una qualsiasi concessione demaniale”

La Giunta comunale guidata dal sindaco Mario Conoci invita i competenti uffici della Regione Sardegna a prendere atto della straordinaria valenza paesaggistica, archeologica e culturale della Grotta di Nettuno, caratterizzata da un prevalente e preponderante valore pubblico. Il pericolo è che vada a bando al pari di una qualsiasi concessione demaniale.

“Auspico che la nuova Giunta regionale trovi la migliore soluzione. Non è possibile equiparare una gestione pubblica ad una privata davanti a beni paesaggistici e culturali, come la Grotta di Nettuno di Alghero, dall’inestimabile valore ambientale, che non può essere compresa e trattata come una qualsiasi ordinaria concessione demaniale”. Parole del sindaco di Alghero, Mario Conoci, a margine della riunione dell’Esecutivo comunale da lui guidato che ieri ha licenziato positivamente la delibera con cui si impartiscono gli indirizzi in ordine al rinnovo delle concessioni demaniali con finalità pubbliche e pubblicistiche ricomprese nel comune di Alghero, invitando i competenti uffici della Regione Sardegna a prendere atto della straordinaria valenza paesaggistica, archeologica e culturale della Grotta di Nettuno, caratterizzata da un prevalente e preponderante valore pubblico. Posizione fatta propria dall’assessore comunale all’Ambiente, Andrea Montis, che sottolinea l’incongruenza normativa che equipara beni dalle indiscusse finalità pubbliche alle altre concessioni demaniali ad uso turistico-ricreativo. Oltre la Grotta di Nettuno a Capo caccia, nella delibera sono ricompresi la “Passeggiata Barcellona”, la “Banchina Dogana” del porto turistico, la “Barriera frangiflutti” e parte dell’immobile denominato ex “Caval Marì” sul lungomare cittadino.

 


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi