Domenica 14 Luglio, aggiornato alle 20:57

Violino, flauto e pianoforte ai “Mercoledì” in sala Sassu con Michelangelo Lentini, Tony Chessa e Umberto Jacopo Laureti

Violino, flauto e pianoforte ai “Mercoledì” in sala Sassu con Michelangelo Lentini, Tony Chessa e Umberto Jacopo Laureti

Violino, flauto e pianoforte ai “Mercoledì” in sala Sassu Il 10 aprile al Conservatorio di Sassari il concerto di Michelangelo Lentini, Tony Chessa e Umberto Jacopo Laureti

La musica del Novecento italiano sarà il tema del prossimo appuntamento con “I mercoledì del Conservatorio” in sala Sassu, a Sassari, il 10 aprile alle 19. Il concerto nasce dall’incontro dei tre musicisti e docenti del “Canepa”, Michelangelo Lentini (violino), Tony Chessa (flauto) e Umberto Jacopo Laureti (pianoforte). In programma la Suite op. 68 per flauto e pianoforte di Alessandro Longo, la Barcarola e Scherzo op. 4 per flauto e pianoforte di Alfredo Casella e due composizioni di Nino Rota, la Sonata per violino e pianoforte e il Trio per flauto, violino e pianoforte.

Michelangelo Lentini, che suona un “Guadagnini-Strehler” del 1795, è nato a Bari e cresciuto in una famiglia di musicisti. Si è perfezionato all’Accademia Chigiana di Siena, al Conservatorio della Svizzera italiana e ha conseguito il diploma di Alto Perfezionamento in violino all’Accademia nazionale di Santa Cecilia di Roma. Collabora come solista con prestigiose orchestre e direttori e regolarmente con i Solisti Veneti. È diplomato, oltre che in Violino, anche in Viola e Strumenti a percussione.

Tony Chessa, sassarese, si diploma col massimo dei voti e lode al Conservatorio cittadino e conclude l’Accademia di musica da camera di Imola, S. Felice di Firenze per l’ottavino, Scuola musicale di Milano e la Scuola di musica di Fiesole. Si è esibito in stagioni concertistiche in Italia e all’estero (Brasile, Cina, Mongolia, Tunisia, Romania, Malta) collaborando con diverse orchestre e associazioni nazionali ed internazionali come primo flauto e camerista.

Umberto Jacopo Laureti, diplomato con lode e menzione d’onore a soli 21 anni al Conservatorio “Pergolesi” di Fermo, ha proseguito gli studi alla Royal Academy di Londra, dove ha ottenuto il massimo dei voti, perfezionandosi poi all’Accademia Santa Cecilia di Roma. Le sue esecuzioni sono state trasmesse in diretta da importanti emittenti radiofoniche, tra cui France Musique, Rai Radio3 e Radio Classica. Il suo album di debutto “Piano renaissance”, è dedicato a Frescobaldi, Respighi, Casella e Busoni.

L’ingresso al concerto è gratuito.


Condividi:


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi